Sinéad O'Connor vuole diventare operatrice sanitaria: ‘Il Covid mi ha dato più forza’

Il pensiero O'Connor lo coltivava da tempo, ma la pandemia l'ha definitivamente convinta che questa fosse la cosa più giusta da fare.
Sinéad O'Connor vuole diventare operatrice sanitaria: ‘Il Covid mi ha dato più forza’

Ospite al Late Late Show lo scorso venerdì Sinéad O’Connor ha raccontato a Ryan Tubridy di essersi iscritta a un corso per diventare operatrice sanitaria, un desiderio che la cantautrice irlandese coltivava da tempo ma che la pandemia da Covid-19, racconta lei stessa nel corso del programma, ha rafforzato.

“Sono stata ammessa a un corso del Bray Institute of Further Education che inizierà a settembre. Si tratta del livello 5 FETAC del corso di assistenza sanitaria”. O’Connor ha poi spiegato che grazie a quel tipo di diplomata potrà effettivamente lavorare nella sanità come assistente, raccontando che l’ambito nel quale più che in altri l’artista vorrei inserirsi è quello delle cure palliative, come “compagna” dei pazienti. Illustra la cantautrice: “L’area nella quale mi piacerebbe di più lavorare è quella di chi fa compagnia alle persone che per una ragione o per un’altra non hanno con sé la famiglia o sono da sole”. Proseguendo: “Ovviamente la faccenda del Covid mi ha dato più forza [e mi ha spinta a chiedermi]: A) Cosa voglio fare nella mia vita? e B) Se avessi fatto questo corso due anni fa, cosa che avrei voluto fare se il tour non si fosse inserito, ora potrei essere là fuori a lavorare, ad aiutare le persone, cosa che mi sarebbe piaciuto fare”.

“Non sono andata molto a scuola”, racconta ancora O’Connor, che farà di tutto per conquistare il diploma al Bray Institute of Further Education: “Spero semplicemente di passarlo, ma se non dovessi passarlo continuerò a provarci fino a che non ci riuscirò”.

Lo scorso mese di settembre proprio il Late Late Show aveva ospitato il ritorno di scena dell’artista, che all’edizione irlandese del format si era esibita nella sua prima performance dal vivo in cinque anni. O’Connor ha cantato sulle note di “Nothing Compares 2 U” e di “Rainy Night in Soho” e ha scambiato qualche parola sulla sua conversione all’islam, annunciata in quei giorni, una scelta che ha portato la cantautrice ha modificare il suo nome in Shuhada.

Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!
Scheda artista Tour&Concerti
La fotografia dell'articolo è pubblicata non integralmente. Link all'immagine originale

© 2021 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.