Lady Gaga, George Floyd e il razzismo negli USA: ‘Basta violenza, voglio contribuire alla soluzione’

La popstar newyorkese ha preso la parola a proposito dell'uccisione di George Floyd e della piaga che da sempre affligge il suo Paese.
Lady Gaga, George Floyd e il razzismo negli USA: ‘Basta violenza, voglio contribuire alla soluzione’

Anche Gaga ha preso la parola su quanto accaduto a Minneapolis, in Minnesota, lo scorso lunedì, quando un uomo afroamericano, George Floyd, ha perso la vita dopo che un poliziotto l’ha gettato a terra tenendogli un ginocchio sul collo impedendo a Floyd di respirare per diversi minuti.

L’episodio ha scatenato l’ira della comunità afroamericana degli Stati Uniti, che nei giorni successivi ha messo a ferro e fuoco il Paese. Moltissime sono state le celebrità che hanno espresso la loro profonda disapprovazione per quanto avvenuto, riportando ancora una volta l’attenzione sulle discriminazioni che il colore della pelle si porta addosso negli States. Beyoncé, .Madonna, Janelle Monae, Ice Cube, Rihanna, Harry Styles, Dr Dre e Cardi B sono solo alcuni degli artisti che in questi giorni hanno fatto sentire la loro voce. Oggi anche Miss Germanotta è intervenuta, via social, spiegando: “Non voglio contribuire ad altra violenza, voglio contribuire alla soluzione”. Prosegue la popstar newyorkese:

Sono indignata dalla morte di Geroge Floyd tanto quanto lo sono in modo esponenziale della morte di troppe persone di colore nel corso di centinaia di anni che ci sono state portate via in questo Paese come risultato del razzimo sistemico e del sistema corrotto che lo alimenta.

La voce della comunità nera è stata zittita troppo a lungo e questo silenzio si è dimostrato più volte mortale. E non importa cosa facciano per protestare, ancora non trovano compassione nei leader che dovrebbero proteggerli. Ogni giorno in America le persone sono razziste, è un dato di fatto.

La voce di “Bad Romance”, che ha dato alle stampe venerdì scorso il suo ultimo capitolo discografico, “Chromatica”, è poi entrata nel tema specifico della presidenza di Donald Trump, scrivendo che “sappiamo da molto tempo che il presidente Trump ha fallito”, accusando l’ex governatore della Florida di essere portatore di ignoranza, pregiudizi e razzismo. Conclude Gaga, al motto di “è tempo di cambiare”:

DOBBIAMO mostrare il nostro amore alla comunità nera. Come donna bianca e privilegiata faccio giuramento di prendere posizione. Non abbiamo, come comunità privilegiata, fatto abbastanza per combattere il razzismo e per metterci dalla parte di chi da esso viene ucciso.


“Chromatica” - qui la nostra recensione - è il sesto album di Lady Gaga ed è giunto sul mercato a un paio d’anni di distanza dalla musica che la cantautrice ha composto per la colonna sonora di “A Star is Born” di Bradley Cooper. Il disco, dal quale sono stati estratti i singoli “Stupid Love” e “Rain on Me”, avrebbe dovuto uscire circa un mese prima di quella che è stata poi la sua data di pubblicazione, rivista alla luce dell’emergenza sanitaria da Covid-19.
Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!
Scheda artista Tour&Concerti
La fotografia dell'articolo è pubblicata non integralmente. Link all'immagine originale

© 2021 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.