Warner, il deficit si riduce

L’accoglienza a Wall Street resta parecchio tiepida (il titolo Warner è già sceso sotto i 15 dollari, dai 17 fissati come prezzo iniziale), ma Edgar Bronfman Jr. e i suoi possono provare quantomeno a consolarsi con i risultati di bilancio del trimestre gennaio/marzo 2005, secondo dell'anno in base al calendario finanziario della società. Il conto economico resta in disavanzo, ma rispetto allo stesso periodo dell'anno scorso il deficit si è ridotto (da 45 a 18 milioni di dollari), mentre crescono fatturato discografico ed editoriale (767 milioni di dollari, + 4,4 %), vendite di musica in formato digitale (35 milioni di dollari in tre mesi, più di quanto incassato in tutto il 2004, 32 milioni di dollari) e flusso di cassa (che al 31 marzo ammontava a 440 milioni di dollari). Nei tre mesi, i dischi più venduti da Warner sono stati gli ultimi album di Green Day, Michael Bublé e Big & Rich.
Music Biz Cafe Summer: radio e TV verso il futuro
Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!

© 2020 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.