Foo Fighters, Dave Grohl scriverà (un giorno) la sua autobiografia

Tra la mancanza di tempo e la paura di scadere nella banalità Dave Grohl non si è ancora mai lanciato nell'impresa, ma questo non significa che non ci pensi.
Foo Fighters, Dave Grohl scriverà (un giorno) la sua autobiografia

Il frontman dei Foo Fighters ha scambiato qualche parola con Entertainment Weekly toccando un tema che ancora non è entrato a far parte della vita di Dave Grohl: la stesura di un’autobiografia.

Non lo è perché la voce di “Best of You” ancora non ne ha scritta una, ma non perché non abbia mai preso in considerazione l’ipotesi. “Anni fa ero a un barbecue e ho trovato un agente letterario e mi ha detto ‘hai mai considerato di scrivere un libro?’. Io ho detto ‘beh, ovviamente, un giorno’ e lui ha risposto ‘è davvero facile. Fai quattro o cinque ore di interviste e qualcun altro la scriverà al posto tuo e sarà fantastico’. E io ho pensato ‘Al diavolo!’”. Già, perché se mai l’ex batterista dei Nirvana dovesse scrivere un’autobiografia lo farebbe di suo pugno. Racconta Grohl:.

Vengo da una famiglia di scrittori ed è chiaro che sono la pecora nera ma non sono così male. Quindi ho pensato che se mai dovessi scrivere un libro lo farei da me.

Spiegando poi di averci in effetti pensato più volte:

L’ho preso in considerazione per anni ma non ho mai avuto il tempo e non mi sono mai sentito pronto perché ogni giorno succede qualcosa di cui mi piacerebbe scrivere e odierei scrivere una tipica autobiografia. Anni fa ho pensato ‘forse potrei scrivere semplicemente una raccolta di aneddoti. Forse invece di essere semplicemente la mia vita in 300 pagine potrebbe essere un insieme di storie divertenti’.

Qualcuno, però, in famiglia, si è già cimentato in un progetto molto simile a un’autobiografia. La mamma di Dave Grohl, Virginia, ha infatti pubblicato tre anni fa il libro "From cradle to stage", dedicato alle mamme del rock e al loro rapporto con i figli rockstar.

Passando dalle parole alla musica, una decina di giorni fa il musicista statunitense ha paragonato il prossimo album dei Foos a “Let’s Dance”, l’album del 1983 di David Bowie contenente brani come tra gli altri “Modern Love”, “China Girl” e la title track “Let’s Dance”. Grohl ha chiarito che l’ideale seguito di “Concrete and Gold” sarà “pieno di canzoni rock da cantare”, “un po’ come un album dance, ma non EDM”.

Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!
Scheda artista Tour&Concerti
La fotografia dell'articolo è pubblicata non integralmente. Link all'immagine originale

© 2021 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.