Sting, una nuova versione di "Don't stand so close to me"

Il brano dei Police è stato remixato dal producer americano Dave Audé

Sting, una nuova versione di "Don't stand so close to me"

Agli apassionati di rock classico, in questo periodo, almeno una volta sarà tornata in mente "Don't stand so close to me", il classico dei Police. Già, non starmi così vicino, soprattutto ora che si esce dal lockdown, si convive con il coronavirus e dobbiamo stare attenti: il distanziamento sociale non è finito.

Come tutte le canzoni tornate di moda in questo periodo - brani che assumono un nuovo significato alla luce della pandemia - il brano scritto da Sting ha una storia molto diversa. Pubblicata nel terzo album dei Police "Zenyatta mondatta" nell'autunno del 1980, venne scritta da Sting per raccontare la storia di un insegnante che riceve le attenzioni di una studentessa, a cui chiede di stare lontano pur essendo lusingato dall'interesse. Sting, che pure era stato insegnante, cita Nabokov e il suo famoso libro "Lolita" che fece scandalo perché raccontava l'ossessione di un professore per una dodicenne.

La nuova versione non fa espliciti riferimenti alla situazione attuale, ma la sua scelta per una nuova versione non è casuale: è stata remixata dal producer americano Dave Audé (già al lavoro con U2, Faith No More, Lady Gaga,  Madonna, Jennifer Lopez, Céline Dion e Beyoncé tra gli altri) e trasformata in una versione decisamente danzereccia.

Caricamento video in corso Link

La canzone venne già rielaborata nell'86 per un greatest hits della band e poi nel 2001 in versione acustica da Sting, che però l'ha lasciata fuori dalla recente raccolta con versioni aggiornate "My songs". Ecco la versione originale e quella dell'86.

Caricamento video in corso Link
Caricamento video in corso Link
Dall'archivio di Rockol - I Police? Non ritorneranno. La seconda parte della nostra videointervista esclusiva
Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!
Scheda artista Tour&Concerti Testi
La fotografia dell'articolo è pubblicata non integralmente. Link all'immagine originale
20 lug
Scopri tutte le date

© 2020 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.