Matt Bellamy: "Fondamentalmente mi sono connesso con la mia Enya interiore!"

Il frontman dei Muse intervistato dal britannico NME parla dei suoi progetti solisti, dei Muse e di come potrebbero essere i concerti dopo il Coronavirus.

Matt Bellamy: "Fondamentalmente mi sono connesso con la mia Enya interiore!"

Il frontman dei Muse Matt Bellamy ha pubblicato nei giorni scorsi “Tomorrow's World”, il suo secondo singolo solista dopo "Pray (High Valyrian)", brano uscito nel 2019 per la colonna sonora della serie televisiva "Il trono di spade”.

Caricamento video in corso Link
Caricamento video in corso Link

La rivista britannica NME lo ha intervistato per scoprire se questa sortita prelude a una sua prossima e pianificata carriera. Della nuova canzone di recente pubblicazione dice dalla sua residenza di Los Angeles.

"Ho sempre avuto questi brani musicali, di solito basati sul piano, sono cose che scrivo ma che non sono sempre adatte ai Muse. Le metto da parte e penso 'Un giorno potrebbero funzionare per la colonna sonora di un film'. "Tomorrow's World" era uno di questi, e poi durante il lockdown ho iniziato a cantarci sopra."

Sul perché questa canzone non sarebbe stata adatta ad essere incisa con la sua band, spiega:

"I Muse saranno sempre la mia priorità, ma il lockdown mi ha davvero spinto in un luogo pieno di domande, 'Cosa farei se fossi da solo? Quale genere di musica mi piacerebbe?' La risposta è, canzoni come questa. Fondamentalmente mi sono connesso con la mia Enya interiore! Mi sono reso conto che senza Dom (Howard) che maltratta la batteria e senza il minaccioso basso di Chris (Wolstenholme), probabilmente tenderei ad appoggiarmi di più al mondo etereo e sognante della musica."

Il pensiero di pubblicare un album solista non rientra nei piani immediati di Bellamy:

“Posso immaginare di pubblicare altre canzoni quest'anno. Non ho intenzione di ottenere un contratto discografico o di fare un album. Non ho intenzione di commercializzare pesantamente qualcosa. Sono solamente io che armeggio da solo in casa."

Viene anche chiesto a Bellamy se sente come se ci fosse qualcosa che non potrebbe dire con i Muse, lui risponde:

"Questa canzone probabilmente rappresenta il tipo di cosa che non vorrei fare con i Muse perché sono solo io ed è molto personale. Posso davvero vedermi voler fare canzoni più intime e morbide e non infliggerle a Dom e Chris! Se guardi ai Muse nel corso degli anni, ci sono stati momenti in cui ho inserito musica più eterea, tipo colonna sonora."

Non viene mancato di chiedere lumi sul prossimo album del terzetto britannico. L'ultimo disco, "Simulation Theory" (leggi qui la nostra recensione), è stato pubblicato nel novembre 2019:

"Ne ho parlato con Dom e Chris. Mi piace l'idea di resettare completamente e tornare da dove veniamo. Come tornare fisicamente alla nostra città natale (Teignmouth, nel Devon) e tornare a come eravamo quando siamo partiti. È probabile che entreremo in studio l'anno prossimo per fare un nuovo album di un qualche tipo e poi fare un tour, a seconda delle restrizioni che ci saranno. Per noi, il 2020 doveva essere un anno per staccare da tutto. I Muse non l'hanno mai fatto in questi 20 anni."

Infine, sul cambiamento che la pandemia ha operato nei confronti dei concerti e su come potrà essere il futuro della musica dal vivo, il musicista britannico spiega:

"È troppo presto per dirlo. Non avevamo in programma di andare in tour fino al 2022. Avremmo potuto fare qualche show l'anno prossimo, ma siamo fortunati a non avere molti impegni in questo momento, quindi possiamo solo guardare e vedere cosa succede. Se festival come Glastonbury torneranno l'anno prossimo, la gente ci andrà? Sento che potrebbe andare in entrambi le maniere. Le persone potrebbero essere ancora spaventate da questa cosa oppure potrebbero essere così vogliose di festeggiare che i festival diventano la cosa migliore di sempre. Potrebbero essere delle esperienze straordinarie. È troppo presto per dirlo. Ho visto delle cose online su concerti nei drive-in in Scandinavia e ho pensato fossero piuttosto strani, ma potrebbero essere divertenti e interessanti.”

Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!
Scheda artista Tour&Concerti Testi
La fotografia dell'articolo è pubblicata non integralmente. Link all'immagine originale

© 2020 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.