Ian Anderson ringrazia i fan per il supporto ma tiene a precisare che...

Alcune dichiarazioni del frontman dei Jethro Tull avevano allarmato riguardo la sua situazione di salute.

Ian Anderson ringrazia i fan per il supporto ma tiene a precisare che...

A inizio settimana, il frontman dei Jethro Tull Ian Anderson aveva rivelato che gli era stata diagnosticata una broncopneumopatia cronica ostruttiva (BPCO).

Ecco cosa aveva dichiarato Anderson a Dan Rather:

"Non l'avevo mai detto a nessuno in pubblico, prima: soffro di una malattia polmonare incurabile che mi è stata diagnosticata un paio di anni fa. Ci sto lottando (...) Ma ho i giorni contati. La malattia non è ancora al punto da influire sulla mia vita quotidiana, posso ancora correre per prendere l'autobus, per esempio".

A distanza di qualche giorno il musicista inglese riprende la parola per meglio chiarire le sue dichiarazioni e per ringraziare i fan per il grande supporto mostratogli. Ha dichiarato in un comunicato:

“Grazie per la vostra preoccupazione ma non ci sono preoccupazioni per la mia diagnosi di BPCO e per l'asma. Da 14 mesi non ho infezioni e bronchiti, l'anno scorso è stato il primo da quando avevo 20 anni che non mi sono ammalato. Le mie condizioni sono nella fase iniziale e così intendo mantenerle. Quando ho parlato con Dan Rather lo scorso settembre intendevo dire che i miei giorni da cantante erano contati, non i giorni che ho da vivere! Dopotutto, ad agosto avrò 73 anni! Ma dovrei stare bene per qualche altro anno se non mi porta via prima il COVID-19. Non corro il rischio di contrarre il virus COVID più di chiunque altro. Solo che i risultati potrebbero essere molto peggiori che se avessi 17 anni oppure 27. Semmai, ho meno probabilità di prenderlo rispetto a molte persone poiché pratico l'igiene sicura da anni e il distanziamento sociale per me è un modo di vivere! Sono ben allenato negli spazi pubblici, nei ristoranti, negli hotel ecc.”

Aggiunge ancora Ian Anderson, trovando anche il modo di scherzare:

“Solo volare mi preoccupa. Ma ho tutti i migliori gel, spray, mascherine e protezioni per il viso pronti, se e quando arriverà il momento di imbarcarmi nel mondo reale in modo professionale. Una lieve BPCO o asma sono cose con cui convivono milioni di persone in tutto il mondo. Ma non hanno alcun impatto sulla mia vita quotidiana finché non mi prendo un raffreddore o un'influenza e la successiva pesante bronchite che, storicamente, fa seguito da quando ero giovane. Ma il lato positivo è che non soffro di emorroidi o di una disfunzione erettile. Quindi, le cose guardano verso l'alto e non verso il basso, volendo fare un doppio senso.”

Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!
Scheda artista Tour&Concerti Testi
La fotografia dell'articolo è pubblicata non integralmente. Link all'immagine originale

© 2020 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.