Sony Music, crescono le entrate. Ma si temono gli effetti del Covid-19

Gli artisti più redditizi per la major sono stati al momento, tra gli altri, Harry Style, Future, Jackboys, Ozzy Osbourne e Lil Nas.
Sony Music, crescono le entrate. Ma si temono gli effetti del Covid-19

Sony Music ha condiviso alcuni numeri, su base annua e trimestrale, rendendo noti gli incassi della società capitanata da Rob Stringer. I dati arrivano da Sony Corp e sono stati analizzati da MBW, mostrando in primo luogo un aumento dei ricavi dell’etichetta del 13,5% su base annua: nello specifico, le entrate legate allo streaming sono cresciute del 7,4% su base annua arrivando a 641,7 milioni di dollari durante il primo trimestre del 2020 segnando così un aumento, sempre su base annua, di 138 milioni di dollari. Ma anche il formato fisico viaggia bene e registra una crescita del 10,9%, mentre paragonando il trimestre gennaio-febbraio-marzo 2020 a quello del 2019 le percentuali portano davanti il segno meno, con un -7,2% per quanto riguarda la musica registrata e un -4,1% per quanto riguarda invece lo streaming. Per il momento a garantire le maggiori soddisfazioni alla major sono stati, tra gli altri, Harry Style, Future, Jackboys, Ozzy Osbourne e Lil Nas.

E gli effetti del Coronavirus? Sony Corp ha commentato anche quelli, stimando che l’impatto del Covid-19 e delle sue conseguenze hanno portato per il momento a un calo dell’1% sul reddito operativo nei dodici mesi fino alla fine di marzo, invitando chiaramente a considerare che gli effetti veri dell’emergenza sanitaria si sentiranno chiaramente nelle prossime analisi, avvertendo gli investitori a prepararsi a un impatto più serio. Dichiara Sony Corp:

Nel mondo, ma specialmente negli Stati Uniti, la pubblicazione di nuova musica è stata ritardata in primo luogo perché alcuni artisti non hanno potuto registrare canzoni e video musicali. L’impatto dal punto di vista del profitto per quanto riguarda i ritardi nelle pubblicazioni di nuova musica è limitato per ora negli Stati Uniti e negli altri stati dove la percentuale di musica ascoltata in streaming è alta. Ma in paesi come il Giappone e la Germania, dove la quantità di musica fruita via streaming è relativamente bassa, le vendite di CD e altri prodotti fisici stanno diminuendo a causa delle restrizioni alla possibilità di uscire.

Aggiunge ancora Sony Corp:

Le entrate legate ai biglietti, al merchandising e ai video stanno diminuendo considerando che i concerti e gli altri eventi sono stati rinviati o cancellati in Giappone e in altre aree. A causa di una riduzione globale della spesa pubblicitaria, anche le entrate derivanti dai servizi di streaming supportati dalla pubblicità e quelle derivanti dalle licenze per la musica negli spot televisivi stanno diminuendo. Inoltre, i ritardi nella produzione di film e programmi TV stanno causando un calo delle entrate legate alle licenze musicali.

 

Music Biz Cafe, parla Andrea Micciché (NUOVOIMAIE)
Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!
La fotografia dell'articolo è pubblicata non integralmente. Link all'immagine originale

© 2020 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.