Indagine sugli Arabi azionisti di Live Nation a causa di beoutQ..?

Secondo il Guardian l'acquisizione dell'80% del Newcastle United da parte del Public Investment Fund of Arabia, fresco azionista di Live Nation con il 5,7%, sarebbe a rischio per presunti legami tra il principe Mohammed bin Salman e la piattaforma pirata
Indagine sugli Arabi azionisti di Live Nation a causa di beoutQ..?

Un'inchiesta del Guardian mette a nudo una situazione rovente riguardante il fondo sovrano arabo che di recente ha acquisito una quota minoritaria di Live Nation e che ha conquistato le prime pagine dei media di intrattenimento la corsa settimana anche sulla scorta di dicerie su un suo possibile acquisto di Warner Music Group.

I legali della Premier League starebbero esaminando documenti compromettenti che proverebbero legami tra il governo saudita e la piattaforma pirata di video streaming beoutQ, specializzata nel diffondere illegalmente dirette di eventi sportivi (calcio, rugby, tennis) attraverso un simulcast della programmazione dell'emittente TV del Quatar beIN Sports. Le presunte prove attualmente analizzate da una commissione della Premiership, se ritenute concrete, avrebbero un impatto notevole su un'altra trattativa in corso del PIF (Public Investment Fund of Arabia), in procinto di acquisire l'80% del Newcastle United, uno dei club calcistici più prestigiosi d'Inghilterra.

Gli emissari del fondo impegnati nella conclusione della trattativa - al momento sospesa - respingono al mittente ogni accusa di comportamento illegale, anche se la reputazione dell'Arabia Saudita in tema di pirateria, purtroppo, la precede. Gli Stati Uniti la mantengono sulla propria 'watch list' proprio per questo; la UEFA e la Liga spagnola hanno finora tentato invano di aprire contenziosi legali per violazione del copyright; ed Amesty International ha il paese costantemente nel proprio mirino per violazioni dei diritti umani.

L'Arabia Saudita, senza fornirne finora evidenza, ha più volte dichiarato che BeoutQ eroga da Cuba e dalla Colombia. 

 

 

Music Biz Cafe, parla Andrea Rosi (Sony Music Italy)
Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!
La fotografia dell'articolo è pubblicata non integralmente. Link all'immagine originale

© 2020 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.