I Queen, Roby Facchinetti, e come far mettere mano al portafogli a YouTube

L'emergenza Covid-19 e due casi di canzoni pubblicate per raccogliere fondi: una ha il supporto della controllata di Google e l'altra no. Ecco perché
I Queen, Roby Facchinetti, e come far mettere mano al portafogli a YouTube
Credits: Rockol

Lo scorso 27 marzo l'ex Pooh Roby Facchinetti ha pubblicato "Rinascerò, rinascerai", brano dedicato alla città di Bergano - una delle più colpite in Europa e nel mondo dalla diffusione del Coronavirus - che in appena tre giorni di permanenza su YouTube aveva totalizzato la bellezza di cinque milioni di visualizzazioni (ad oggi ha superato i 14 milioni). Avendo deciso l'artista, coautore del brano insieme a Stefano D'Orazio, di devolvere in beneficenza all’ospedale Papa Giovanni XXIII, sempre di Bergamo, anche i "diritti d’autore ed editoriali" dai passaggi in streaming del brano, Rockol aveva calcolato che - in base alle più recenti stime sui pagamenti in termini di royalties da parte della piattaforma video - YouTube, con 5 milioni di visualizzazioni, avrebbe contribuito (indirettamente) per 3000 euro alla causa benefica, contro i 20mila che, a fronte di uno stesso totale di stream, avrebbe corrisposto Spotify, che non essendo considerato safe harbor è costretto a negoziare bilateralmente le licenze per l'utilizzo dei repertori che rende disponibile sulla propria piattaforma.

    Lo scorso 27 marzo l'ex Pooh Roby Facchinetti ha pubblicato "Rinascerò, rinascerai", brano dedicato alla città di Bergano - una delle più colpite in Europa e nel mondo dalla diffusione del Coronavirus - che in appena tre giorni di permanenza su YouTube aveva totalizzato la bellezza di cinque milioni di visualizzazioni (ad oggi ha superato i 14 milioni). Avendo deciso l'artista, coautore del brano insieme a Stefano D'Orazio, di devolvere in beneficenza all’ospedale Papa Giovanni XXIII, sempre di Bergamo, anche i "diritti d’autore ed editoriali" dai passaggi in streaming del brano, Rockol aveva calcolato che - in base alle più recenti stime sui pagamenti in termini di royalties da parte della piattaforma video - YouTube, con 5 milioni di visualizzazioni, avrebbe contribuito (indirettamente) per 3000 euro alla causa benefica, contro i 20mila che, a fronte di uno stesso totale di stream, avrebbe corrisposto Spotify, che non essendo considerato safe harbor è costretto a negoziare bilateralmente le licenze per l'utilizzo dei repertori che rende disponibile sulla propria piattaforma.

Questo è un contenuto esclusivo per gli iscritti a Music Biz

controllo dell'utente in corso
Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!
La fotografia dell'articolo è pubblicata non integralmente. Link all'immagine originale

© 2021 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.