Alessandro Gaetano: 'Ecco cosa penserebbe mio zio della cover di 'Ma il cielo è sempre più blu'

Parla il nipote del compianto cantautore, dopo la notizia dell'uscita della versione corale della sua canzone, reincisa dalle star della musica italiana.

"Ho conosciuto il progetto sul nascere: sapere di poter fare qualcosa di utile per la collettività, è una grande emozione. Mio zio Rino Gaetano, ne sarebbe orgoglioso, avrebbe fatto di tutto per aiutare il prossimo. 'Ma il cielo è sempre più blu' è una canzone ricca di paradossi, di ritratti e di speranza nel futuro: era perfetta per questo progetto": a parlare è Alessandro Gaetano, nipote del compianto cantautore (è il figlio della sorella Anna), che commenta così la versione solidale del brano incisa da oltre 50 cantanti italiani a sostegno della Croce Rossa Italiana.

Tra gli altri, ci sono anche Claudio Baglioni, Emma, Fabri Fibra, Fiorella Mannoia, Marracash, Gianni Morandi, Eros Ramazzotti e Ornella Vanoni: il brano potrà essere ascoltato per la prima volta durante l'evento di lancio, in programma il 7 maggio alle 18 su .www.amazon.it/italianallstars4life (Amazon ha aderito all'iniziativa donando 500mila euro).

Tra gli interpreti della cover corale c'è anche Alessandro, che da anni è al timone della Rino Gaetano Band, il gruppo tributo ufficiale al cantautore fondato da Anna Gaetano nel 1999 (e con il suo progetto greyVision incide musica sperimentale): "Ho registrato il coro in uno dei ritornelli. Un lavoro di squadra, fatto però in completa autonomia: abbiamo registrato ciascuno la propria parte e abbiamo mandato il materiale. Takagi & Ketra, Dardust e Pinaxa si sono occupati di mettere insieme, come in un collage, tutti i contributi, e di produrre il pezzo. Voglio ringraziare tutti i professionisti coinvolti in questa doverosa iniziativa".

Non bisogna aspettarsi, anticipa Gaetano, la classica versione di "Ma il cielo è sempre più  blu": "Non è proprio nello stile di Rino, bisogna dirlo. È una versione che mischia suoni e stili diversi e che strizza l'occhio ai gusti dei giovanissimi. Però sono sicuro che troverà ampio consenso. ".

La versione corale di "Ma il cielo è sempre più blu" esce nell'anno in cui cade il 45esimo anniversario dall'uscita della versione originale: la It - l'etichetta che riuniva i cantautori emergenti dell'epoca e che aveva già lanciato con successo Antonello Venditti e Francesco De Gregori - la pubblicò nel 1975.

Il brano durava più di 8 minuti e per questo venne diviso in due parti, lato a e lato b del 45 giri: "Diede a mio zio molta più visibilità rispetto a quella ottenuta con il primo disco. Gli aprì le porte del successo. Aveva questo brano in testa da tanto tempo e alla fine decise di registrarlo insieme ad Arturo Stalteri, che lo accompagnò al pianoforte. Sono sicuro che mio zio avrebbe supportato questo progetto".

Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!
Scheda artista Tour&Concerti

© 2021 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.