Le frequentazioni musicali di Dennis Rodman: Madonna e i Pearl Jam

La figura dell'ex campione di basket è tornata di attualità grazie al documentario "The last dance", dove si parla del suo periodo nei Chicago Bulls, e anche delle sue passioni musicali.

Le frequentazioni musicali di Dennis Rodman: Madonna e i Pearl Jam
Credits: Danny Clinch

Si è ritirato nel 2000, dopo 14 anni nell'NBA: ma la figura di Dennis Rodman è tornata di attualità in questi giorni. Su Netflix è infatti disponibile "The Last Dance", documentario dedicato alla stagione che, nel 1998, consegnò ai Chicago Bulls di Michael Jordan l'ultimo titolo, il sesto, di campioni NBA. Rodman era parte integrante di quella formazione, assieme a Scottie Pippen, Toni Kukoc, Steve Kerr e al coach Phil Jackson.
Netflix pubblica due episodi a settimana: uno dei dei due resi pubblici ieri, 27 aprile, è dedicato alla sua storia. Che ha parecchio a che fare con la musica.

Rodman arrivò a Chicago nel '95, dopo diverse stagioni ai Detroit Pistons e ai San Antonio Spurs: fu lì che iniziò a farsi notare per i suoi comportamenti poco disciplinati. "The Last Dance" racconta che fu Madonna a incentivare il suo modo bizzarro di presentarsi, per esempio tingendosi i capelli: "Devi decidere se essere chi vuoi essere, o quello che vogliono che tu sia", disse la cantante al cestista. Madonna e Rodman ebbero una relazione molto chiacchierata al tempo; il cestista tempo poi raccontò che la popstar americana  gli avrebbe offerto venti milioni di dollari perché le desse un erede.

Mi disse che se l’avessi messa incinta mi avrebbe dato 20 milioni di dollari. Ovviamente solo se il bambino fosse nato. Una volta mi chiamò per dirmi che era in ovulazione. Era a casa sua, a New York, e io ero a Las Vegas al casinò. Le dissi che l'avrei raggiunta, e lei mandò un aereo a prendermi. Allora andai da lei, feci quello per il quale fui chiamato e poi tornai a Las Vegas.

L'altra relazione musicale storica di Rodman è con i Pearl Jam: nel documentario lo si vede con una maglietta del gruppo. "The Last Dance" però non indaga questa relazione e non racconta episodi come quello famoso proprio di quel periodo: nel '98 Rodman interruppe, ubriaco un concerto della band di Eddie Vedder, esibendosi sui cori di "Alive".

Caricamento video in corso Link
 Rodman è tornato diverse volte sul palco dei Pearl Jam: l'ultima nel 2018 al Wrigley Field lo stadio di Chicago, inscenando un siparietto con Eddie Vedder e parlando del suo "amico" Kim Jong-un, il dittatore nordcoreano.

Caricamento video in corso Link
Caricamento video in corso Link

In questa intervista del 2011 racconta le lezioni di vita che ha imparato dai Pearl Jam:

Caricamento video in corso Link
Dall'archivio di Rockol - Gli esordi dei Pearl Jam
Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!
Scheda artista Tour&Concerti Testi
La fotografia dell'articolo è pubblicata non integralmente. Link all'immagine originale

© 2020 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.