Tony Iommi fece un provino per i Jethro Tull nel 1968 e...

Il chitarrista dei Black Sabbath sostenne un'audizione per la band di Ian Anderson. Ecco come andò.
Tony Iommi fece un provino per i Jethro Tull nel 1968 e...

Il chitarrista dei Black Sabbath Tony Iommi, in una intervista rilasciata a Guitar World, ha ricordato il breve, brevissimo, periodo trascorso come membro dei Jethro Tull, quando già militava nei Black Sabbath.

Questo il racconto di come andarono le cose nel ricordo di Tony Iommi:

"Non mi ha mai spaventato uscire fuori dal mio seminato. Lo faccio da solo, ma se fossi andato negli Eagles, mi sarei detto, 'Oh Cristo, cosa ci faccio qui?' Proprio come quando sono andato con i Jethro Tull. Ho fatto con loro una cosa, dopo Mick Abrahams e prima di Martin Barre. Li avevamo supportati in uno dei loro concerti e me lo chiesero, e io, 'Oddio, non lo so'. Sulla via del ritorno, stavo guidando il van e dissi, 'Mi hanno chiesto di unirmi a loro'. E gli altri, 'Dovresti provarci, è una grande opportunità'. Io mi sentivo davvero male."

Andò a finire che Iommi accettò l'invito da parte del management della band di Ian Anderson a partecipare a un provino a Londra. Così continua il racconto di Iommi:

"Ci andai e c'erano lì tipo 50 chitarristi. Mi dissi, 'Oh Dio, cosa succede?' Perché pensavo di esserci solo io. Mi sono davvero innervosito e me sono andato."

Qualcuno del team dei Jethro Tull però lo rincorse e lo fermò:

"Mi disse, 'Non andartene, non andartene'. Io gli risposi, 'Non posso farlo, ci sono tutti questi altri chitarristi.' Lui disse, 'Siediti al bar e quando tutti se ne saranno andati, vengo a prenderti'. Facemmo così. E poi mi offrirono il lavoro."

Conclude così il suo racconto il chitarrista di Birmingham:

"Quando andai a suonare con loro, portai con me Geezer (Butler, il bassista dei Black Sabbath, ndr). Continuavo a dirgli, 'Non mi sento a mio agio'. Quando dissi loro, 'Non fa per me'. Loro mi risposero, 'Dobbiamo fare questo film e non abbiamo il tempo di trovare qualcun altro. Potresti farlo?'. Dissi, 'Sì, lo faccio'”.

Quindi Tony Iommi si unì ai Jethro Tull e fece il Rock and Roll Circus dei Rolling Stones nel dicembre 1968, per poi tornare a casa senza la certezza di cosa sarebbe potuto accadere da lì in avanti nella sua carriera...che, oggi lo possiamo dire, sarebbe stata particolarmente luminosa.

Caricamento video in corso Link
Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!
Scheda artista Tour&Concerti Testi
La fotografia dell'articolo è pubblicata non integralmente. Link all'immagine originale

© 2020 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.