Music Biz Cafe, parla Andrea Micciché (NUOVOIMAIE)

La ricetta per ripartire dopo l'emergenza sanitaria? 'Fare il contrario di quello che sta facendo la politca, perché...'
Music Biz Cafe, parla Andrea Micciché (NUOVOIMAIE)

Il presidente di NUOVOIMAIE (Istituto Mutualistico per Artisti, Intepreti ed Esecutori) Andrea Micciché è stato ospite di Music Biz Cafe, il video appuntamento di Rockol che vede i protagonisti del settore musicale italiano fare il punto, a colazione, sui temi più importanti all'ordine del giorno della filiera creativa e dell'intrattenimento.

Il blocco totale imposto alle attività live dalla disposizioni governative imposte dal governo italiano in seguito all'emergenza sanitaria da Coronavirus ha messo in ginocchio non solo il comparto del live, ma anche quello dei musicisti che dalle esibizioni - e dai diritti connessi generate dalle stesse - traggono la principale fonte di sostentamento. "C'è un doppio blocco", riflette Micciché: "Al di là del fermo agli spettacoli dal vivo, il grave rallentamento nella realizzazione e pubblicazione di nuove produzioni ha ulteriormente sottratto possibilità di esibirsi pubblicamente, arrecando un grave danno alla categoria".

Allo scopo, NUOVOIMAIE ha attivato un fondo del quale potranno beneficiare soci e mandanti dell'Istituto: "C'è stata un grandissima partecipazione alla nostra iniziativa", ha commentato al proposito Micciché: "In un mese di apertura del fondo abbiamo ricevuto oltre 4000 domande di accesso. E' un fondo importante, probabilmente arriveremo a sette milioni e mezzo di capitale da impiegare: al momento dobbiamo ancora lavorare le istanze, ma probabilmente daremo più noi di quanto non darà lo stato".

Riguardo la prossima ripartenza, auspicata da molti - non solo nell'ambito dell'industria musicale - Micciché ha le idee molto chiare: "Il nostro settore dovrebbe affrontare la 'fase 2' con lo spirito opposto a quello che sta adottando la nostra classe politica, divisa da polemiche tra potere centrale e poteri locali: invece di cercare reciprocamente le colpe dei protagonisti, dovrebbe esserci spirito di gruppo e di appartenenza, sia al Paese - in senso lato - che a una filiera che consente all'Italia di essere conosciuta in tutto il mondo. Sono convinto che questo momento farà riscoprire l'importanza del settore nel quale stiamo operando non solo a noi che ci operiamo, ma anche agli investitori esterni".

Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!
La fotografia dell'articolo è pubblicata non integralmente. Link all'immagine originale

© 2020 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.