Erykah Badu lancia la sua piattaforma (a pagamento) per i concerti in streaming

'E' un esperimento', dice la cantante, che vuole disintermediare il rapporto - soprattutto economico - tra artisti e fan
Erykah Badu lancia la sua piattaforma (a pagamento) per i concerti in streaming

Le restrizioni imposte dalle autorità mondiali per arginare la pandemia da Covid-19 hanno portato all'attenzione del pubblico internazionale le esibizioni in streaming, adottate prima dai singoli artisti con dirette social come #iosuonodacasa poi anche su larga scala per eventi dalla risonanza planetaria come "One World - Together At Home". La star statunitense dell'r'n'b Erykah Badu ha deciso di provare a monetizzare le esibizioni online lanciando una sua piattaforma proprietaria realizzata allo scopo e battezzata "Badu's Quarantine Concert Series: Apocalypse, Live from Badubotron" - qui la conferenza stampa di presentazione. Come riferisce Forbes, la cantante ha scelto di far pagare un dollaro per il primo concerto tenuto a marzo, poi due per lo show seguente, salendo a tre per un terzo reso disponibile in aprile.

"Questo è un esperimento", ha chiarito la Badu: "Non c'è niente tra me e quel dollaro. Mi sono accorta che non c'erano piattaforme social che potessero farti interagire col pubblico, scegliere cosa cantare, così l'ho fatto io stessa, mettendo un paywall. E' una prova di fattibilità. Una cosa del genere può essere realizzata, per giunta da un artista? Si può cancellare la linea invisibile che mi separa dai fan, o - in questo caso - dagli utenti? Invece di passare dai servizi di streaming tradizionali, che si fanno pagare dagli utenti e poi pagano me, l'artista, 10 e 30 centesimi, adesso posso entrare io direttamente in affari con la gente che mi ascolta. E' una sensazione meravigliosa".

Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!
Scheda artista Tour&Concerti Testi
La fotografia dell'articolo è pubblicata non integralmente. Link all'immagine originale

© 2020 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.