Brandon Flowers non suona la musica degli Smiths ai suoi figli

Il frontman dei Killers è in totale disaccordo con le opinioni di Morrissey...anche se ha scritto grandi canzoni.
Brandon Flowers non suona la musica degli Smiths ai suoi figli

Il frontman dei Killers Brandon Flowers ha dichiarato che non suonerà mai la musica di Morrissey davanti ai suoi tre figli a causa delle opinioni politiche dell'ex frontman degli Smiths, ha detto che, comunque, rimane intatta la sua ammirazione per le capacità di scrivere canzoni del 'Mozzer'.

Parlando con il Sunday Times a proposito del festival Glastonbury 2019 quando il chitarrista degli Smiths Johnny Marr si unì sul palco al set dei Killers, Flowers ha detto:

"Non credo che Marr debba essere giudicato a causa di Morrissey, quindi non me ne pento.”

E alla domanda se riesce a separare il talento artistico di Morrissey dalle sue opinioni, confida:

''È difficile separarle e non vado in giro a suonare la sua musica di fronte ai miei figli, ma... scegli una canzone! Prendi "What She Said". Se "What She Said" passasse alla radio con i miei figli, non cambierei canale. È ancora una canzone meravigliosa, quindi non sono così serio, dovrei cambiere stazione radio.”

E aggiunge ancora:

“Non sono d'accordo con lui, ma non ho certo intenzione di bruciare i miei CD degli Smiths”.

Brandon Flowers ha parlato anche della sua musica dicendo che vorrebbe riflettesse la sua vita in quel momento:

''Sono orgoglioso delle cose che ho fatto, ma non ho più 20 anni. Non li ho. E non mi piace l'idea di restare su un ramo solo perché è quello che mi ha reso famoso. Quindi mi sono chiesto se queste nuove canzoni potessero sostenermi nei miei quaranta. Sono serio. Voglio andare avanti.''

L'ultimo album dei Killers, “Wonderful Wonderful” (leggi qui la nostra recensione), è stato pubblicato nel settembre 2017. La band di Las Vegas ha in programma di uscire con il sesto capitolo della sua storia discografica, intitolato “Imploding the Mirage”, il prossimo 29 maggio. Disco che avrebbero in programma di presentare in concerto in Italia il 12 luglio all'Ippodromo di San Siro a Milano, il condizionale è d'obbligo, dati i tempi grami per la musica dal vivo, grazie alla pandemia da Coronavirus.

I Killers hanno partecipato lo scorso fine settimana all'evento benefico 'One World – Together at Home' proponendo due brani. “Mr. Brightside”, tratta dal loro primo album del 2004 “Hot Fuss” (leggi qui la nostra recensione) e la nuova “Caution”.

Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!
Scheda artista Tour&Concerti
La fotografia dell'articolo è pubblicata non integralmente. Link all'immagine originale

© 2021 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.