Bob Dylan: asta milionaria per il manoscritto di "The Times They Are A-Changin"

E non è l'unico cimelio in vendita del cantautore nato a Duluth.
Bob Dylan: asta milionaria per il manoscritto di "The Times They Are A-Changin"

Verso la fine di marzo, a sorpresa, Bob Dylan ha pubblicato, dopo otto anni, una nuova canzone intitolata “Murder Most Foul”. Un brano lungo 17 minuti ricco di riferimenti alla storia degli Stati Uniti degli anni Sessanta e Settanta, a partire dal 12 novembre 1963, l'indimenticabile giorno dell'assassinio del presidente John Fitzgerald Kennedy. Seguita qualche giorno fa da un secondo brano inedito, “I Contain Multitudes”.

Ora il cantautore nativo di Duluth (Minnesota) si prende l'onore delle cronache poiché il manoscritto originale del testo di una delle sue canzoni più iconiche, "The Times They Are A-Changin", è stato messo all'asta con un prezzo di partenza per la sua acquisizione non proprio alla portata di tutte le tasche, 2,2 milioni di dollari.

Caricamento video in corso Link

Ma non solo. Infatti la casa d'aste Moments in Time ha posto in vendita anche il testo di "Subterranean Homesick Blues" e per il brano del 1965 incluso nell'album “Bringing It All Back Home” ci sono offerte da 1,2 milioni dollari, mentre "Lay, Lady, Lay" - brano incluso nell'album del 1969 "Nashville Skyline" - ha aperto la contrattazione a 650.000 dollari. I banditori di questi preziosi cimeli della storia del rock sottolineano che la loro autenticità è "garantita senza limiti di tempo, per il rimborso completo del prezzo di acquisto".

In un comunicato si legge:

“La storia si scrive costantemente intorno a noi. Possedere questi oggetti dà un senso di orgoglio. Con questi manoscritti potete connettervi al momento della loro creazione in quanto sono veramente un 'momento nel tempo'”.

La testata statunitense TMZ riporta:

“I testi scritti a mano di Bob sono stati acquisiti da un collezionista che li comprò dal manager del cantante anni fa, si può vedere la mente di Bob al lavoro solo guardando le pagine, ci sono tonnellate di modifiche, scarabocchi, note e persino disegnini! Bob ha vinto un premio Nobel per la letteratura, ma è pazzesco vedere quanto vale la sua arte."

Bob Dylan registrò "The Times They Are A-Changin;" nel 1963 ed era la title track del suo terzo album pubblicato nel 1964. Della canzone Dylan ebbe a dire:

“Volevo scrivere una grande canzone, una sorta di tema musicale, con versi brevi e concisi che si susseguono uno all'altro in modo ipnotico. Questa è sicuramente una canzone con uno scopo. Sapevo esattamente cosa volevo dire e con chi volevo dirlo."

"The Times They Are A-Changin" si rifaceva all'attivismo per i diritti civili del tempo in cui fu scritta e acquisì un nuovo significato dopo l'assassinio del presidente degli Stati Uniti John Fitzgerald Kennedy, un mese dopo averla eseguita per la prima volta.

Caricamento video in corso Link
Caricamento video in corso Link
Dall'archivio di Rockol - La storia di “The freewheelin’ Bob Dylan” di Bob Dylan
Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!
Scheda artista Tour&Concerti Testi
La fotografia dell'articolo è pubblicata non integralmente. Link all'immagine originale

© 2020 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.