'One World', i momenti migliori: da Lady Gaga ai Rolling Stones. Video

Alcune delle migliori esibizioni della maratona (lunga otto ore) che ha visto le star del pop e del rock provare ad unire i fan di tutto il mondo.

'One World', i momenti migliori: da Lady Gaga ai Rolling Stones. Video

Oltre 80 artisti e quasi 90 canzoni, per un totale di otto ore di musica che hanno visto le star del pop e del rock internazionale registrare le loro esibizioni in video da casa per provare ad unire i fan di tutto il mondo: ecco, in breve, cos'è stato "One World: Together at Home", il concertone virtuale ideato da Lady Gaga a sostegno dell'Organizzazione Mondiale della Sanità nella lotta al coronavirus (QUI LA SCALETTA COMPLETA).
L'evento è stato trasmesso in Italia su Rai1, su Rai Radio2 e in streaming su RaiPlay questa notte, dall'1.45 alle 4 (in onda è andata solamente la parte finale, quella più attesa, con le esibizioni di Lady Gaga, Paul McCartney, i Rolling Stones, Billie Eilish e altri) e resterà disponibile su RaiPlay, nella sezione "On demand", fino a martedì 21 aprile. Un lungo video è stato caricato anche sul canale YouTube ufficiale del Global Citizen, l'organizzazione che ha sposato il progetto di Lady Gaga.

Caricamento video in corso Link

I momenti clou sono stati diversi e concentrati non solo nelle due ore finali, ma anche nelle sei precedenti: dalla cover di "Mad World" dei Tears for Fears di Adam Lambert a "Take me to church" di Hozier, passando per "Mr. Brightside" dei Killers, il duetto tra Annie Lennox e sua figlia Lola su "There must be an angel", "I shall believe" di Sheryl Crow, "Everybody's got to learn sometimes" di Zucchero (la cover dei Korgis che il bluesman tradusse e incise in italiano per il suo album "Zu & Co". del 2004 con il titolo di "Indaco dagli occhi del cielo") e la versione di Michael Bublé di "God only know" dei Beach Boys.

Caricamento video in corso Link
Caricamento video in corso Link
Caricamento video in corso Link

Quanto alla parte finale, tra le esibizioni degne di nota quella di Lady Gaga su "Smile", di Eddie Vedder dei Pearl Jam su "River cross", dei Rolling Stones su "You can't always get what you want", senza dimenticare i passaggi di Billie Joe Armstrong dei Green Day, di Billie Eilish e di suo fratello Finneas.

Caricamento video in corso Link
Caricamento video in corso Link
Caricamento video in corso Link
Caricamento video in corso Link
Caricamento video in corso Link
Dall'archivio di Rockol - I dieci migliori album del 1987
Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!
La fotografia dell'articolo è pubblicata non integralmente. Link all'immagine originale

© 2020 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.