Perché Ian Anderson lasciò la chitarra e si comprò un flauto

Con il nuovo strumento iniziò la leggenda dei Jethro Tull e del ragazzo che suona stando su una gamba sola.
Perché Ian Anderson lasciò la chitarra e si comprò un flauto

Il leader dei Jethro Tull Ian Anderson, parlando con Classic Rock, ha ricordato i motivi per cui, nel 1967, abbandonò la chitarra e acquistò un flauto, strumento con il quale viene identificato ancora giorno d'oggi. A quel tempo aveva già formato una prima versione della sua band che suonava principalmente musica blues poiché non pensava ci fossero molte altre alternative possibili.

Ha raccontato Anderson al magazine britannico:

“Noi siamo usciti nel periodo in cui per fare un concerto - per non parlare dell'avere un contratto discografico - dovevi far parte di una band blues oppure di un gruppo pop. Ma ai margini c'erano Captain Beefheart e la Graham Bond Organisation - molto diversi dal puro blues nero americano - che furono importanti per lo sviluppo dei Jethro Tull.”

E ha continuato ancora:

"Il cartello divenne più grande nell'estate del '67, quando i Pink Floyd fecero “The Piper at the Gates of Dawn” e i Beatles “Sgt. Pepper”. Quei dischi mi stimolarono, si poteva uscire dalla zona di comfort del blues a 12 battute o della musica pop e si poteva fare qualcosa di diverso".

Fu allora che decise di cambiare strumento:

"Suonavo la chitarra e l'armonica, ma come chitarrista non sarei mai stato bravo come Eric Clapton. Mi separai dalla compagnia della mia Fender Strat, il cui precedente proprietario era stato Lemmy Kilmister (il frontman dei Motorhead, ndr), che all'epoca era il chitarrista ritmico dei Rockin' Vickers, e comprai un flauto, senza una ragione. Mi sembrava bello e scintillante."

Anderson ammette che ha faticato con il suo nuovo strumento e di averlo ignorato per sei mesi dopo l'acquisto, fino a quando accadde che...

"Qualcuno mi disse: 'Non soffiare nel buco, soffiaci sopra'. Okay. All'improvviso ottenni una nota, poi un'altra e un'altra ancora. Nel giro di una settimana suonavo assoli blues che diventarono parte del nostro concerto. Quello fu l'inizio dei Jethro Tull, con il ragazzo in piedi nel mezzo che suona il flauto su una gamba sola."

Caricamento video in corso Link
Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!
Scheda artista Tour&Concerti Testi
La fotografia dell'articolo è pubblicata non integralmente. Link all'immagine originale

© 2020 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.