Billie Eilish torna a parlare di Body Shaming

La cantautrice californiana dice che non ce la può fare contro chi la trolla
Billie Eilish torna a parlare di Body Shaming

Billie Eilish è tornata a parlare, in una intervista rilasciata alla rivista britannica Dazed, della sua esperienza con i body shamers e gli haters su Instagram.

Nello specifico la 18enne musicista californiana ha raccontato di una recente esperienza avuta dopo avere pubblicato alcune foto e un video di una sua vacanza alle isole Hawaii che la mostravano con indosso un bikini che ha generato un grande numero di commenti negativi.

Ha detto Billie:

“Era in tendenza. C'erano commenti come, 'Non mi piace più perché non appena compie i 18 anni è una puttana'. Non posso vincere. Non posso vincere.”

In un altro punto del suo discorso dice che, sotto una sua foto dove indossa una canotta:

"Ho visto commenti del tipo, 'Come osa parlare di non voler essere sessualizzata e indossare questo?!'”.

View this post on Instagram

been gone

A post shared by BILLIE EILISH (@billieeilish) on

Questo genere di commenti hanno avuto un impatto negativo sulla prese di coscienza della sua immagine, e dice:

“C'è stato un momento l'anno scorso in cui ero nuda e non riconoscevo il mio corpo perché non lo guardavo da un po'. Lo vedevo e a volte mi dicevo, 'Di chi è quel corpo?'”.

Billie Eilish parlò di body shaming all'inizio dello scorso marzo, a Miami, durante la data di apertura del suo tour mondiale 'Where Do We Go?', ora interrotto dal diffondersi del Coronavirus, che prevede una data, il 17 luglio, anche in Italia al Mind di Milano.

Disse:

“Alcune persone odiano ciò che indosso, alcune lo elogiano, alcune lo usano per far vergognare gli altri, alcune lo usano per farmi vergognare. Ma sento che state guardando. (…) Sempre, nulla di quello che faccio rimane invisibile, mentre sento i vostri sguardi, la vostra disapprovazione o il vostro sospiro di sollievo, se vivessi per loro non riuscirei mai a muovermi. (...) Vorreste che io sia più piccola? Più debole? Più morbida? Più alta? Volete che stia zitta? Le mie spalle vi provocano? Il mio petto? Io sono il mio stomaco? I miei fianchi? (...) Il corpo con cui sono nata, non è quello che volevate? Se indosso qualcosa di comodo, non sono una donna. Se mi libero di ogni strato, sono una puttana. Anche se non avete mai visto il mio corpo, lo giudicate e giudicate me per questo. Perché? (...) Il mio valore si basa solo sulla vostra percezione? O la vostra opinione su di me non è una mia responsabilità?”

Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!
Scheda artista Tour&Concerti Testi
La fotografia dell'articolo è pubblicata non integralmente. Link all'immagine originale

© 2020 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.