Carosello, un budget per sostenere la produzione dei propri artisti in quarantena

L'etichetta discografica mette in campo iniziative a supporto del proprio roster in un momento difficile come questo.
Carosello, un budget per sostenere la produzione dei propri artisti in quarantena

Con il settore della musica dal vivo completamente fermo e quello della promozione legata ad album e altri contenuti attivo solo nella misura in cui le iniziative previste possano essere portate avanti a distanza, il music biz rallenta. Il rischio, come per molti altri settori, è che le perdite legate all'emergenza Covid-19 saranno tanto gravi da lasciare in ginocchio l’industria musicale, con ripercussioni tanto per gli addetti al settore quanto per gli artisti.

È in questo contesto che si colloca la decisione di Carosello Records di offrire supporto agli artisti sotto contratto con l’etichetta, “una vicinanza” – si legge nella nota ò dell’etichetta – “che non vuole essere solo emotiva, ma di concreto aiuto affinché ognuno di loro, dai big agli emergenti, possa permettersi di continuare a produrre arte anche tra le mura domestiche”.

Prosegue la nota: "Per questo motivo Carosello ha deciso di garantire non solo il regolare pagamento di rendiconti, anticipi e fatture, ma ad ulteriore supporto metterà a disposizione nuove economie per finanziare gli artisti - qualora ne avessero necessità - per la realizzazione di studi di registrazione casalinghi o qualsiasi cosa possa essere necessaria al regolare svolgimento della loro produzione artistica".

Dario Giovannini, managing director di Carosello, ha così commentato, a Rockol, lo scenario attuale e l’iniziativa dell’etichetta nata nel 1959:

È un momento difficile, unico nella storia recente. Ognuno di noi deve fare degli sforzi e deve impegnarsi per far sì che si possa uscire il più velocemente possibile da questa situazione senza che nessuno resti indietro. Nel nostro piccolo Carosello da sempre cerca di essere vicina ai propri artisti, credo che la definizione più adatta non sia quello di casa discografica, ma di famiglia che con passione da oltre 60 anni cerca di aiutare e supportare gli artisti.
Anche oggi, in cui la paura ci attanaglia vogliamo essere ancora più vicini. Garantendo, oltre al pagamento regolare di tutti i rendiconti, anticipi, etc., mettendo a disposizione per ogni singolo artista (in base alle proprie esigenze) un budget per potersi strutturare al meglio per poter registrare e creare la propria arte da casa, ricreando dei mini studi di registrazione. La musica è cultura e la cultura è la base di ogni Paese civile, dobbiamo impegnarci tutti per non spegnerla.    

Dall'archivio di Rockol - 11 Artisti diventati famosi grazie ai video su Internet
Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!
La fotografia dell'articolo è pubblicata non integralmente. Link all'immagine originale

© 2020 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.