Canzoni da quarantena: tutti cercano (e cantano) 'Ipocondria' di Giancane

Merito del fumettista romano Zerocalcare, che l'ha scelta come sigla degli episodi della sua serie sulla quarantena, "Rebibbia quarantine", diventati virali.
Canzoni da quarantena: tutti cercano (e cantano) 'Ipocondria' di Giancane

Una canzone di tre anni fa, passata quasi inosservata quando uscì, entra a far parte della colonna sonora di questa quarantena. La canzone in questione è "Ipocondria" di Giancane, cercata su Google, su YouTube e su Spotify, dove negli ultimi giorni è stata parecchio ascoltata: merito di Zerocalcare, che l'ha scelta come sigla di "Rebibbia quarantine", la serie animata realizzata dal fumettista romano - vero nome Michele Rech - per raccontare con ironia la quarantena dal suo punto di vista (Rebibbia è il nome del quartiere romano in cui Zerocalcare è cresciuto e dove ancora oggi vive). "Ansia scende e risale / lingua asciutta, è partita la tachicardia", canta il cantautore romano nel testo, mettendo in fila le paranoie del classico ipocondriaco.

I vari episodi della serie - tre, più una sorta di spin off - sono stati tutti presentati in anteprima nelle ultime settimane a "Propaganda Live", il programma televisivo condotto da Diego "Zoro" Bianchi su La7, di cui Zerocalcare è ospite fisso, per poi essere caricati anche sui canali social ufficiali del fumettista, che nei ringraziamenti cita Giancane per avergli permesso di utilizzare la sua "Ipocondria".

Giancane - pseudonimo di Giancarlo Barbati, classe 1980, ex chitarrista della band folk rock de Il Muro del Canto - ha ricambiato così il favore di Zerocalcare, che nel 2017 realizzò il videoclip di "Ipocondria" (contenuta nell'album "Ansia e disagio"), in stile cartoon.
Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!
Scheda artista Tour&Concerti
La fotografia dell'articolo è pubblicata non integralmente. Link all'immagine originale

© 2021 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.