La polizia interrompe un Corona Party a base di Pink Floyd

Negli Stati Uniti, un gruppo di persone ha contravvenuto al divieto di riunirsi per assistere a un concerto della band inglese.
La polizia interrompe un Corona Party a base di Pink Floyd

La polizia di Rumson, nel New Jersey, lo scorso sabato sera è intervenuta per interrompere un concerto tributo ai Pink Floyd che stava violando le norme di sicurezza per la pandemia di COVID-19. Inoltre, il dipartimento di polizia ha offerto un piccolo commento ironico in un post sull'incidente evidenziando l'età dei presenti.

La performance si è tenuta dopo che il governatore del New Jersey, Phil Murphy, aveva già condannato una serie di show simili la settimana precedente:

“Niente più feste o raduni. Niente più comportamenti disgustosi. Dobbiamo restare a casa. Dobbiamo stare lontani gli uni dagli altri."

Un paio di musicisti hanno proposto in concerto il meglio dei Pink Floyd in un prato davanti a un gruppo di una trentina di persone sui 40-50 anni. Il live era diffuso anche via Facebook.

Questo il resoconto pubblicato dal Dipartimento della Polizia di Rumson, che, era maliziosamente accompagnato dalla copertina dell'album pubblicato dalla band inglese nel 1973 “The Dark Side of the Moon”:

“PINK FLOYD LIVE FROM RUMSON! Questa sera il dipartimento di polizia di Rumson ha ricevuto una spiacevole telefonata per un gruppo di 30 persone sul prato di una casa di Blackpoint Road vicino a Wood Lane. Quando le nostre pattuglie sono arrivate sono state accolte da un gruppo di circa 30 quarantenni-cinquantenni che si trovavano nel mezzo di Blackpoint Road per assistere a un concerto acustico dei più grandi successi dei Pink Floyd. (Alcuni hanno persino portato delle sedie da giardino). Il concerto improvvisato era eseguito da due chitarristi dotati di microfoni e amplificatori che stavano trasmettendo il concerto anche in diretta via Facebook. Quando abbiamo informato tutti che se ne dovevano andare - in conformità con gli ordini esecutivi del Governatore Murphy in merito a questi cosiddetti 'Coronaparty' – abbiamo ricevuto gli auguri di 'Vaffanculo la polizia' e 'Benvenuti nella Germania nazista' da questo gruppo di adulti. Come dice il proverbio, nel mezzo di tutto questo caos, la band continuava a suonare, fino a quando non furono avvisati, a metà del classico del 1975 "Wish You Were Here", che dovevano fermare lo spettacolo. Purtroppo sono sicuro che tutti "vorremmo essere qui", e il dipartimento di polizia di Rumson non si diverte a rovinare il divertimento di nessuno! Tuttavia, tutti abbiamo la responsabilità di prendere questa pandemia seriamente e aderire al requisito di distanza sociale. Dobbiamo anche essere un buon modello per i nostri figli ed essere gentili e comprensivi in questi tempi. Si prega di utilizzare questo incidente come una lezione per tutti! Se dovessimo rispondere a un altro 'Coronaparty', utilizzeremo un approccio di tolleranza zero e tutti i soggetti coinvolti saranno accusati di condotta disordinata. Siamo coinvolti in questa cosa tutti insieme e insieme dobbiamo fare scelte più intelligenti."

Secondo NJ.com, uno dei musicisti, il 54enne John Maldjian, è stato accusato di "reati disordinati di persone a rischio di temerarietà, condotta disordinata e accuse legate alla violazione degli ordini di emergenza".

Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!
Scheda artista Tour&Concerti Testi
La fotografia dell'articolo è pubblicata non integralmente. Link all'immagine originale

© 2020 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.