Robbie Williams e quella volta che chiuse in bagno Bono e George Michael

L'ex Take That si lascia andare a un ricordo di fine anni Novanta.
Robbie Williams e quella volta che chiuse in bagno Bono e George Michael

L'ex Take That Robbie Williams parlando con il quotidiano inglese The Sun ha ricordato un episodio risalente alla fine degli anni Novanta quando, a una festa, costrinse in bagno il frontman degli U2 Bono e George Michael per fargli ascoltare tre canzoni del suo album d'esordio “Life Thru a Lens”.

Questo il racconto del musicista inglese:

“Diciamo solo che mi sentivo sovraccarico e molto in fiducia. Mettiamola così. Ero a una festa in casa e afferro Bono e George Michael e li porto in bagno... non finisce come pensate! Li faccio sedere in questo grandissimo bagno e li faccio ascoltare - a cappella - mentre canto tre mie canzoni prese da "Life Thru A Lens". Gli cantai "Old Before I Die", "Ego A Go Go" e qualcos'altro. Lo riuscite a immaginare? Che siano benedetti per essere così gentili. Erano bloccati con un pazzo. Sorry Bono. Sorry George.”

Caricamento video in corso Link
Caricamento video in corso Link

Nella stessa intervista Robbie ha spiegato, ora che è 'pulito' da 19 anni, in quale maniera ha lottato contro l'abuso di droghe e alcool. E Ha ricordato alcuni dei punti più bassi del periodo in cui faceva abuso di sostanze, compreso il modo in cui trascorse un giorno di Natale sotto l'effetto dell'amfetamina mentre era in visita a dei bambini malati insieme ai Take That:

“Siamo andati a visitare un ospedale pediatrico. Ero stato al pub tutta la notte, ho ingoiato un grammo di amfetamina e ho continuato. Ero in un ospedale pediatrico fuori di testa (...) e poi il drammatico crollo. Quindi è stato il Natale con i Take That che ricordo.''

Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!
Scheda artista Tour&Concerti Testi
La fotografia dell'articolo è pubblicata non integralmente. Link all'immagine originale

© 2020 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.