Pink Floyd, i 50 anni di “Atom Heart Mother”: una canzone al giorno. “Fat Old Sun”

“Atom Heart Mother” dei Pink Floyd è stato pubblicato il 2 ottobre del 1970. E’ un album epocale, e per celebrarne il compleanno abbiamo deciso di presentarvelo integralmente, canzone dopo canzone.
Pink Floyd, i 50 anni di “Atom Heart Mother”: una canzone al giorno. “Fat Old Sun”

Il percorso di crescita musicale dei singoli componenti del gruppo coinvolse anche David Gilmour, ormai inserito a pieno titolo nel meccanismo Floyd e finalmente capace di proporre una composizione in linea con la sua personale sensibilità artistica. Come per Waters nel recente passato, anche per il chitarrista l’ispirazione arrivò dai Grantchester Meadows, i felici luoghi dell’infanzia a Cambridge. “Fat Old Sun” è introdotta dal lontano suono di una campana, quasi a voler fissare nell’immaginario il tramonto del sole sul profilo di una chiesa; i rintocchi sono gli stessi utilizzati dai Kinks nell’avvio di “Big Black Smoke” (lato B del singolo “Dead End Street” del 1966), mentre il titolo e la linea melodica sono piuttosto affini a “Lazy Old Sun” del loro disco “Something Else” del 1967.

Dopo le campane, “Fat Old Sun” apre con una dolce composizione di chitarra acustica corredata da pennellate di slide e dalla sezione di basso. Al minuto 0:33 c’è una sorta di “taglia e incolla” opportunamente mascherato: si tratta probabilmente del tentativo di unire due versioni della stessa traccia, e si coglie una differenza del tempo della chitarra. L’ingresso dell’organo di Wright e della batteria di Mason non appesantisce il fluire della melodia, semplice e calda, e la voce di Gilmour si svela in tutta la sua dolcezza. Inconfondibile il tocco del chitarrista negli ultimi due minuti, quando l’assolo elettrico rende vibrante il finale sino al minuto 5:18, l’attimo preciso in cui la musica si interrompe e riecheggiano le campane ascoltate in apertura.

Nella versione in studio (definita “corta”) il brano fu eseguito dal vivo al BBC Paris Theatre il 16 luglio 1970. Le esecuzioni live di “Fat Old Sun” vengono invece ricordate per i vari accorgimenti che ne triplicavano la lunghezza complessiva: la traccia veniva divisa in due porzioni con un lungo tema strumentale al centro. La versione lunga, che superava nelle esibizioni dal vivo i dodici minuti, fu presentata per la prima volta a Filadelfia il 26 settembre 1970 e venne suonata all’interno dell’ultimo programma dei Floyd per John Peel registrato il 30 settembre 1971.

Domani scriveremo di “Alan’s Psychedelic Breakfast”.

Leggi qui la scheda di "Summer ‘68"

Leggi qui la scheda di "If"

Leggi qui la scheda di “Atom Heart Mother” – parte 2

Leggi qui la scheda di “Atom Heart Mother” – parte 1

I testi sono tratti dal libro di The Lunatics “Pink Floyd. Il fiume infinito”, pubblicato da Giunti, per gentile concessione degli autori e dell’editore; al libro rimandiamo per la versione integrale dei testi di presentazione delle canzoni di “Atom Heart Mother” e di tutti gli altri album del gruppo.

https://a6p8a2b3.stackpathcdn.com/vc6JmRdVFwOaCLCU7Gaxb1UiAYc=/700x0/smart/rockol-img/img/foto/upload/copertina-libro-pink-floyd.jpg

Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!
Scheda artista Tour&Concerti Testi
La fotografia dell'articolo è pubblicata non integralmente. Link all'immagine originale

© 2020 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.