Tekashi 6ix9ine ha paura del Coronavirus e chiede di uscire di prigione

Il rapper, attualmente in carcere, soffre di asma e l'avvocato si appella al giudice.
Tekashi 6ix9ine ha paura del Coronavirus e chiede di uscire di prigione

Il 23enne rapper Tekashi 6ix9ine chiede di essere rilasciato dalla prigione in cui sta scontando la sua pena con l'accusa di tentato omicidio, traffico di droga e d'armi, poichè teme di riportare il coronavirus e di trovarsi così in pericolo di vita.

Come riportato da TMZ, il suo avvocato, Lance Lazzaro, ne ha fatto formale richiesta al giudice poiché Daniel Hernandez, questo il vero nome del musicista, soffre di asma, la qual cosa lo metterebbe, in caso di un eventuale contagio, in serio pericolo di vita. Nella sua richiesta di scarcerazione, l'avvocato, riporta che alla fine dello scorso anno a Tekashi venne diagnosticata una bronchite e una sinusite e fu necessario un ricovero in ospedale per ricevere le cure. Secondo quanto dice l'avvocato, nonostante Tekashi abbia il fiato corto gli è stato negato un consulto con il medico.

Lo scorso mese di gennaio, l'avvocato del rapper aveva presentato dei documenti in cui affermava che stare dietro le sbarre poneva la sua vita in pericolo perché, per ricevere uno sconto di pena aveva collaborato con la polizia e testimoniato contro la gang dei Nine Trey Bloods.

Questo quanto disse l'avvocato:

"A seguito della cooperazione di Hernandez con il governo contro più membri di una gang chiamata Bloods, la sicurezza di Hernandez è ancora, e continuerà ad essere, per il prossimo futuro, seriamente a rischio. Inoltre, questa Corte ha ordinato una continua cooperazione con il governo come parte della sentenza di Hernandez. Data la significativa e continua minaccia alla sicurezza di Hernandez a seguito della sua collaborazione passata e futura, il governo ha presentato documenti che costringono Hernandez a rimanere incarcerato in una prigione privata nel tentativo di garantire la sua sicurezza. Tuttavia, anche nella prigione privata, Hernandez è incarcerato con vari membri dei Bloods.''

Il team legale di Tekashi 6ix9ine ha sottolineato il fatto che un altro membro della banda è stato quasi ucciso in prigione per aver denunciato l'organizzazione.

Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!
Scheda artista Tour&Concerti Testi
La fotografia dell'articolo è pubblicata non integralmente. Link all'immagine originale

© 2020 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.