Foo Fighters: le registrazioni del nuovo album interrotte da 'fantasmi dispettosi'

Dave Grohl svela retroscena che hanno davvero dell'incredibile sulle lavorazioni dell'ideale seguito di "Concrete and gold".
Foo Fighters: le registrazioni del nuovo album interrotte da 'fantasmi dispettosi'

Alcuni fantasmi dispettosi si sono divertiti a mettere i bastoni tra le ruote ai Foo Fighters durante le registrazioni del loro nuovo album. A raccontarlo è il frontman della rock band, Dave Grohl, in una recente intervista concessa alla rivista musicale britannica Mojo, svelando retroscena che hanno davvero dell'incredibile.

Per registrare l'ideale seguito di "Concrede and gold" i Foo Fighters hanno voluto costruire uno studio all'interno di una vecchia casa nei pressi di Encino, a Los Angeles, costruita negli Anni '40. Le lavorazioni stavano procedendo senza intoppi, quando ad un certo punto Grohl e soci si sono ritrovati di fronte a una serie di avvenimenti piuttosto strani, frutto - secondo le loro ipotesi - di misteriose presenze. Rivela il leader dei Foo Fighters:

"Sapevo che l'atmosfera era decisamente strana, ma all'interno di quella casa i nostri strumenti suonavano benissimo. Abbiamo iniziato a lavorare e non è passato molto tempo prima che iniziassero a succedere cose strane. Un giorno siamo entrati nella casa e abbiamo trovato tutte le chitarre scordate. Erano state manomesse anche tutte le impostazioni della consolle. Abbiamo aperto il file di ProTools e tutte le tracce erano state cancellate. E c'erano registrazioni con rumori bizzarri. Nessuno suonava: si trattava di un microfono aperto che registrava quello che succedeva nella stanza. Non c'erano voci, niente di decifrabile".

Per scoprire cosa succedeva all'interno delle pareti della casa quando loro non erano presenti, i Foo Fighters hanno deciso di utilizzare un baby monitor, uno di quei dispostivi che permettono di monitorare i bambini. E qualcosa hanno effettivamente scoperto, ma un accordo di non divulgazione firmato con il proprietario della casa (che intende venderla) impedisce alla band di rivelare ulteriori dettagli:

"Abbiamo iniziato a vedere cose nelle registrazioni che non eravamo in grado di spiegare. Poi quando abbiamo scoperto la storia della casa ho dovuto firmare un accordo di non divulgazione con il proprietario perché sta cercando di venderla".

I Foo Fighters non hanno ancora reso noto il titolo e la data d'uscita del loro nuovo album: "Sarà diverso da qualsiasi cosa fatta finora", ha assicurato Dave Grohl.

Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!
Scheda artista Tour&Concerti
La fotografia dell'articolo è pubblicata non integralmente. Link all'immagine originale

© 2021 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.