Coronavirus, New York e Los Angeles si fermano: chiusi teatri, club e arene

Il virus ora fa tremare anche gli Stati Uniti e i sindaci di due delle principali città corrono ai ripari.
Coronavirus, New York e Los Angeles si fermano: chiusi teatri, club e arene

Il Coronavirus ora fa tremare anche gli Stati Uniti. New York e Los Angeles, due delle principali città degli Usa, hanno deciso di prendere decisioni importanti per cercare di impedire al virus di diffondersi ulteriormente e combattere l'emergenza, dopo le allarmanti dichiarazioni dell'immunologo Anthony Fauci - chiamato dal presidente Donald Trump ad aiutare il governo ad affrontare la crisi - che ha invitato lo stato a dichiarare un vero e proprio blocco dell'intera federazione.

È stato il sindaco di New York Bill De Blasio ad annunciare via social di aver firmato un decreto che impone di abbassare la serranda non solo a bar, ristoranti e pizzerie, ma anche a locali notturni, cinema, teatri e sale da concerto. Il decreto entrerà in vigore alle 9 di domani, martedì 17 marzo, ma molte venues - come la Carnegie Hall e la Brooklyn Academy of Music - hanno già sospeso i loro spettacoli. De Blasio ha scritto su Twitter:

"Non è stato semplice prendere questa decisione. Questi posti sono parte del cuore e dell'anima della nostra città. Sono parte di ciò che significa essere newyorkese. Ma la nostra città ora si trova ad affrontare un problema senza precedenti e dobbiamo rispondere con la giusta mentalità. Ce la faremo, ma finché l'emergenza non sarà superata dobbiamo compiere dei sacrifici per i nostri amati cittadini".

Anche Los Angeles ha deciso di seguire New York. Il sindaco Eric Garcetti ha annunciato via social stanotte la chiusura di teatri, locali e sale da concerto almeno fino al prossimo 31 marzo, con un decreto entrato in vigore già a mezzanotte.
E proprio da Los Angeles, come già riportato da Rockol
, arriva la notizia del ricovero di Lucian Grainge, amministratore delegato del gruppo Universal. Venerdì scorso gli uffici del quartier generale di Universal a Santa Monica sono stati chiusi in seguito alla scoperta di un "dipendente affetto da Covid-19".
Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!
La fotografia dell'articolo è pubblicata non integralmente. Link all'immagine originale

© 2021 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.