Il Coronavirus 'spegne' i live anche a Berlino

Nella Capitale tedesca si tenda di arginare il contagio seguendo la via italiana, ovvero imponendo lo stop (anche) ai concerti: il Berghain, club simbolo della città, chiude le sue porte almeno fino alla fine del mese prossimo

Quasi contestualmente alla dichiarazione, da parte dell'Organizzazione Mondiale della Sanità, di stato di pandemia in relazione al diffondersi del Covid-19 a livello mondiale, dalla capitale tedesca - storica forgia di stili e tendenze in ambito musicale nonché una delle città europee più vivaci in quanto a quantità e qualità di proposta di musica dal vivo (nella foto, un live al Bi-Nuu di Kreuzberg) - sono arrivate notizie che alle orecchie di noi italiani non suonano certamente come novità: l'assessore alla cultura berlinese Klaus Lederer ha confermato come da oggi, mercoledì 11 marzo, e almeno fino al prossimo 19 aprile, tutti i teatri e le sale da concerto della città dovranno rimanere chiuse per evitare il diffondersi del Coronavirus.

    Quasi contestualmente alla dichiarazione, da parte dell'Organizzazione Mondiale della Sanità, di stato di pandemia in relazione al diffondersi del Covid-19 a livello mondiale, dalla capitale tedesca - storica forgia di stili e tendenze in ambito musicale nonché una delle città europee più vivaci in quanto a quantità e qualità di proposta di musica dal vivo (nella foto, un live al Bi-Nuu di Kreuzberg) - sono arrivate notizie che alle orecchie di noi italiani non suonano certamente come novità: l'assessore alla cultura berlinese Klaus Lederer ha confermato come da oggi, mercoledì 11 marzo, e almeno fino al prossimo 19 aprile, tutti i teatri e le sale da concerto della città dovranno rimanere chiuse per evitare il diffondersi del Coronavirus.

Questo è un contenuto esclusivo per gli iscritti a Music Biz

controllo dell'utente in corso
Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!

© 2021 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.