Grandi concerti aspettando che riprendano i concerti: Pearl Jam, live al Lollapalooza Brasil 2018

Il Coronavirus ci ha costretto in casa ma non ci ha fatto passare la voglia di live: in attesa che riprendano le danze, ecco alcune delle più grandi performance di sempre
Grandi concerti aspettando che riprendano i concerti: Pearl Jam, live al Lollapalooza Brasil 2018

Dall'inizio dell'emergenza Coronavirus Rockol vi propone i migliori concerti dei più grandi artisti internazionali. Mentre guardi gratuitamente questo concerto, puoi contribuire ad aiutare chi sta combattendo contro l'epidemia di Coronavirus. Manda un SMS o chiama da numero fisso il numero solidale della Nazionale Italiana Cantanti: 45527, aggiungendo l'hashtag #iosuonodacasa
Il valore della donazione è di 2 euro per ciascun SMS inviato da cellulare personale WINDTRE, Tim, Vodafone, PosteMobile, Coop Voce e Tiscali.
Da rete fissa, sempre al numero 45527, è possibile donare 5 € o 10 € con Tim, Vodafone, WINDTRE, Fastweb e Tiscali, 5 euro con TWT, Convergenze, PosteMobile.
I fondi raccolti sono destinati ad aumentare i posti "unità posto letto rianimazione" (letto, respiratore, pompa, infusionali, monitor) disponibili per l'emergenza Coronavirus (COVID-19) dell'ospedale Niguarda di Milano.

Del nuovo album, "Gigaton", all'epoca ancora non si parlava nemmeno. O, meglio: si sapeva che qualcosa si stava muovendo, e infatti - poco prima dell'avvio del tour 2018, inaugurato a Santiago del Cile il 13 marzo - sui mercati debuttò "Can't Deny Me", primo inedito sfornato da Eddie Vedder e compagni dai tempi dell'abum "Lightning Bolt". Logico, quindi, che l'aspettativa dei fan fosse alle stelle: i Pearl Jam stavano lentamente lavorando a un nuovo disco, e ogni sortita sui palchi rappresentava una distrazione dall'impegno in studio. Una distrazione che i fan gli avrebbero comunque perdonato in ogni caso, senza se e senza ma.

Caricamento video in corso Link

La data del 24 marzo all'Autódromo José Carlos Pace di San Paolo, in Brasile, rappresentò il saluto della formazione di Seattle al sudamerica: un paio di mesi dopo, infatti, il gruppo avrebbe fatto rotta alla volta dell'Europa, dove - tra le altre città - si sarebbe esibita anche a Milano, Padova e Roma il 22, 24 e 26 giugno dello stesso anno. La scaletta della serata fu centrata sul disco di debutto dei Pearl Jam, "Ten" del '91, e puntellata da una serie di cover - cinque in tutto - tra le quali spiccò "Mountain Song" dei Jane's Addiction, cantanta con il "padrone di casa" Perry Farrell, che del Lollapalooza fu l'ideatore e l'attuale direttore artistico. Una setlist torrenziale, da ventisette canzoni, chiusa trionfalmente dalla rilettura del classico degli Who "Baba O'Riley" e da "Yellow Ledbetter", quest'ultima sorta di passaggio obbligato per i fan di lunga data di Vedder e compagni.

Grandi concerti aspettando che riprendano i concerti: guardali qui

Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!
Scheda artista Tour&Concerti Testi
La fotografia dell'articolo è pubblicata non integralmente. Link all'immagine originale

© 2020 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.