Brian Jones, quel legame strettissimo con Bob Dylan

Il produttore del documentario su Brian Jones “Rolling Stone: Life and Death of Brian Jones” spende qualche parola sul rapporto tra il fondatore dei Rolling Stones e Bob Dylan.

Brian Jones, quel legame strettissimo con Bob Dylan

Che il già fondatore dei Rolling Stones e Bob Dylan fossero molto amici è cosa nota e sul legame tra i due pesi massimi della musica contemporanea torna anche il documentario “Rolling Stone: Life and Death of Brian Jones”, già trasmesso in diverse sale internazionali e in arrivo anche in versione DVD il prossimo mese di aprile. All’interno della pellicola diretta da Danny Garcia si cita infatti l’abitudine di Brian Jones di telefonare alla voce di “Blowin’ in the Wind” ogni giorno. “Sì, per un periodo l’ha fatto perché erano davvero buoni amici”, racconta il produttore di “Rolling Stone: Life and Death of Brian Jones” Nick Reynolds intervistato in esclusiva dal britannico Express. “Si calavano un sacco di acidi insieme”, prosegue Reynolds riportando alla mente l’amicizia tra Jones e Dylan. Si legge ancora sulle pagine dell’Express, che riporta le parole del produttore:

Si rispettavano a vicenda perché Brian chiaramente pensava di aver trovato una mente che lo capiva. Era molto complicato e molto sensibile e immagino che lo fosse anche Bob Dylan. Si capivano a vicenda. 

Caricamento video in corso Link

Il leader originario della band è stato trovato morto nella piscina di casa sua, all’età di 27 anni, il 3 luglio 1969, poco tempo dopo essere stato allontanato dalla leggendaria band britannica, sostituito dal chitarrista Mick Taylor. Brian Jones riposa al cimitero di Cheltenham, nel Gloucestershire britannico. 

Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!
Scheda artista Tour&Concerti Testi
La fotografia dell'articolo è pubblicata non integralmente. Link all'immagine originale

© 2020 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.