Nick Cave parla della canzone ispirata dalla morte del figlio. Ascolta

Il frontman dei Bad Seeds racconta la nascita di "Girl in amber" e l'elaborazione del lutto: "Così ci siamo liberati dalla paralisi del dolore".

Nick Cave parla della canzone ispirata dalla morte del figlio. Ascolta

"Girl in amber" è una delle canzoni che i fan di Nick Cave preferiscono di più, tra tutte quelle contenute all'interno di "Skeleton tree", l'album pubblicato dal cantautore subito dopo la morte del figlio Arthur, deceduto dopo essere caduto da una scogliera nei pressi di Brighton, in Inghilterra, nell'estate del 2015. È stato proprio il tragico evento a ispirare i versi della canzone, come Nick Cave ha raccontato sul sito The Red Hand Files, dove risponde periodicamente alle domande dei suoi fan.

Il frontman dei Bad Seeds ha rivelato di aver iniziato a scrivere "Girl in amber" già prima dell'improvvisa scomparsa del figlio Arthur, insieme al suo collaboratore Warren Ellis:

"'Girl in amber' è una canzone avvolta dal mistero. È una canzone che è venuta fuori come da un sogno e che sembra possedere un potere speciale, quasi mistico. Nel 2014 ero seduto al tavolo della cucina di Warren dopo una giornata trascorsa a fare musica nel suo piccolo studio sul retro della sua casa a Parigi. Sul tavolo c'era un fermacarte con un ragno intrappolato all'interno e il titolo 'Girl in Amber' mi è venuto subito in mente. Ricordo di essermi sentito felice, perché di solito i titoli mi vengono fuori dopo lunghe lotte con le parole. Quello sembrava carico di significato. Mi ha fatto pensare a persone che conoscevo che erano in uno stato di stasi, bloccati per sempre nel passato, ma senza pensare a nessuno in particolare. O almeno, era quello che pensavo".

Caricamento video in corso Link
Ma è solo dopo la morte del figlio che Cave ha aggiunto e modificato alcuni versi (come "Your little blue-eyed boy", riferito proprio ad Arthur), ispirato in particolar modo dal dolore che sua moglie stava provando in quel momento:

"Ero in un altro studio a Parigi, cercando di finire 'Skeleton tree'. Le cose erano cambiate. Arthur, mio figlio, era morto pochi mesi prima ed io ero già in una sorta di stato di incoscienza, seduto in studio intontito ad ascoltare le canzoni, cercando di dare un senso al materiale su cui avevamo lavorato nell'ultimo anno e mentre ascoltavo la versione di 'Girl in Amber', fui completamente sopraffatto da ciò che stavo ascoltando. Fu improvvisamente e tragicamente chiaro che 'Girl in Amber' aveva trovato il suo 'chi'. Il 'chi' era Susie, mia moglie".

Oggi, a distanza di quasi cinque anni dall'evento, la coppia sembra essere riuscita a trovare una forma di pace, come spiega lo stesso Cave:

"Mi piacerebbe pensare che 'Girl in Amber' abbia contribuito a liberare me e mia moglie dalla paralisi del nostro dolore".

L'elaborazione del lutto per la perdita del figlio iniziata con "Skeleton tree" è stata portata avanti da Nick Cave anche nel suo ultimo album, "Ghosteen", uscito lo scorso anno.

Dall'archivio di Rockol - "Red Right Hand" (da "Distant sky - Live in Copenaghen")
Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!
Scheda artista Tour&Concerti Testi
La fotografia dell'articolo è pubblicata non integralmente. Link all'immagine originale
20 mag
Scopri tutte le date

© 2020 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.