Gianni Togni e la sorpresa per Jovanotti: "Con la cover di 'Bella' rispondo alla sua 'Luna'". Video

Il cantautore romano si racconta a Rockol e svela la sua contro-sorpresa per Jovanotti, che lo ha recentemente omaggiato reincidendo la sua "Luna".

Gianni Togni e la sorpresa per Jovanotti: "Con la cover di 'Bella' rispondo alla sua 'Luna'". Video
Credits: Laura Camia

Con un anno d'anticipo, la scorsa estate Jovanotti ha dato idealmente il via ai festeggiamenti legati al quarantennale di "Luna", la hit che nel 1980 lanciò la carriera di Gianni Togni. Nell'anno del cinquantesimo anniversario dell'allunaggio, l'ex "Ragazzo fortunato" ha inciso una cover della canzone portata al successo da Togni, riarrangiandola insieme a Rick Rubin e scegliendola come prima anticipazione del progetto "Lorenzo sulla luna" (uscito lo scorso novembre e contenente tutte canzoni dedicate alla luna o con testi contenenti riferimenti al satellite). "Non ne sapevo niente finché non l'ho ascoltata", racconta Gianni Togni, invitato da Jovanotti la scorsa estate a cantare insieme la hit in occasione della tappa di Viareggio del "Jova Beach Party", il suo tour sulle spiagge italiane, "poi Lorenzo mi scrisse raccontandomi che l'aveva preparata tre mesi prima, ma non mi aveva detto niente perché aveva paura di un mio giudizio negativo. Chiaramente non ci sarebbe mai stato, perché ognuno può reinterpretarla come vuole". Con la complicità di Rockol, il cantautore ha deciso di ricambiare la sorpresa di Jovanotti con un'altra sorpresa, realizzando una cover di "Bella", successo di Jova datato 1997. Ecco il video:

La cover di Togni di "Bella" è stata registrata nello studio R&B a Civitavecchia, cittadina del litorale romano, di proprietà del chitarrista Max Rosati, con il quale il cantautore collabora da qualche anno e insieme al quale ha registrato il suo nuovo album "Futuro improvviso", uscito a settembre. "Un disco inciso rigorosamente in analogico", ci racconta Gianni Togni nella videointervista che trovate qui sotto, ripercorrendo la sua carriera dagli esordi (in pochi sanno che fu tra i frequentatori del Folkstudio di Trastevere, tra la fine degli Anni '60 e i primi anni '70 tana della prima scuola di cantautori della Capitale, quella guidata da Venditti e De Gregori) fino ad oggi e parlando anche del suo ritorno ai concerti dopo quattordici anni di assenza (il 21 marzo si esibirà all'Auditorium Parco della Musica di Roma, il 21 aprile al Teatro Colosseo di Torino e il 24 aprile al Teatro Repower di Assago).

di Mattia Marzi

Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!
Scheda artista Tour&Concerti Testi
La fotografia dell'articolo è pubblicata non integralmente. Link all'immagine originale

© 2020 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.