Robby Krieger: dopo dieci anni esce un album solista, “The Ritual Begins at Sundown”

Nel suo nuovo disco il chitarrista dei Doors omaggia il suo amore per il jazz e per Frank Zappa.
Robby Krieger: dopo dieci anni esce un album solista, “The Ritual Begins at Sundown”

Il chitarrista dei Doors Robby Krieger ha annunciato l'uscita, per il 24 aprile, di “The Ritual Begins at Sundown”, il suo primo album solista da dieci anni a questa parte, anticipato dall'uscita di “The Drift”.

Caricamento video in corso Link
L'album ha una ispirazione jazz ed è stato scritto insieme al bassista Arthur Barrow, già nella band di Frank Zappa. Del disco Krieger dice:

“Quando scrissi le canzoni per “The Doors”, la musica è sempre stata al primo posto. Penso che devi avere una certa abilità musicale per capire veramente il Jazz, quando ero giovane non lo capivo per davvero, mi ci è voluto un po'. Andavo nei club con John Densmore (il batterista dei Doors, ndr), prima dei Doors, per apprezzare davvero il Jazz. Andavamo a vedere Wes Montgomery, Roland Kirk, Miles Davis, cose del genere. All'inizio non lo capivo davvero, ma dopo un po' mi è entrato e dopo l'ho sempre amato.”

Nell'album oltre a Krieger e Barrow ci sono gli ex membri della band di Frank Zappa Jock Ellis (Trombone), Sal Marquez (Tromba) e Tommy Mars (Tastiere), AeB Bryne (Flauto), Vince Denim (Sax), Chuck Manning (Sax), Joel Wackerman (batteria) e Joel Taylor (batteria).

Il disco è stato registrato all'Horse Latitudes Studio di Robby Krieger a Los Angeles ed è composto da nove brani originali più la cover di “Chunga’s Revenge”, title track del decimo album di Frank Zappa pubblicato nel 1970.

Della collaborazione con Barrow Krieger dice:

“Dopo i Doors ho iniziato a interessarmi al jazz e ho iniziato ad uscire con un ragazzo di nome Sal Marquez. Quindi abbiamo messo insieme questa band che è stata la prima band di Robby Krieger e abbiamo suonato al Whiskey A-Go-Go con Don Preston, il tastierista di Zappa. Arthur Barrow, che era un grande fan di Zappa, prima prima di lavorare con Frank, ha deciso che, dopo essersi diplomato alla scuola di musica del North Texas State, sarebbe andato a Los Angeles e avrebbe cercato di entrare nella band di Frank, che era una cosa piuttosto sfacciata. Iniziò a uscire con Don e con Zappa, Don era nella mia band, quindi abbiamo deciso di affidare ad Arthur l'incarico del mixer per i nostri spettacoli al Whisky, fu allora che lo incontrai per la prima volta negli anni '70.”

Tracklist:

1.What Was That?
2.Slide Home
3.The Drift
4.Chunga's Revenge
5.Hot Head
6.Yes, The River Knows
7.The Hitch
8.Dr Noir
9.Bianca's Dream
10. Screen Junkie

https://a6p8a2b3.stackpathcdn.com/cfqyh_bUOkj6ATPsbKEhXroJZ3U=/700x0/smart/rockol-img/img/foto/upload/ympujasxjtjz5nbszmpynm-970-80.jpg
Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!
Scheda artista Tour&Concerti Testi
La fotografia dell'articolo è pubblicata non integralmente. Link all'immagine originale

© 2020 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.