Le prime 10 canzoni italiane da classifica: “Sabato pomeriggio” di Claudio Baglioni

Vi presentiamo, dalla numero 10 alla numero 1, le 10 canzoni italiane più presenti nelle classifiche di vendita italiane tra il 1959 e il 2019. Nella graduatoria generale, al numero 10 c’è “Sabato pomeriggio” di Claudio Baglioni (1975).

Le prime 10 canzoni italiane da classifica: “Sabato pomeriggio” di Claudio Baglioni

Il testo che segue è tratto dal libro "Mezzo secolo di ritornelli" di Stefano Cilio.

“Sabato pomeriggio”, uno dei capisaldi della musica leggera italiana, uscì nell’estate 1975, diventando subito un tormentone e risultando il singolo più venduto di quell’anno; il testo è interamente opera di Baglioni, mentre l’arrangiamento è eseguito in collaborazione con Antonio Coggio.

La canzone è il brano di punta dell’omonimo album, che dopo la parentesi di E TU... torna a essere un concept album in cui tutte le canzoni ruotano intorno a un tema comune: in questo caso il tema è quello dell’attesa vana, ad esempio di chi spera di vincere al Totocalcio (“2 1 X”) o aspetta un ragazzo che non si presenterà sotto il lampione della stazione (“Lampada Osram”).

Nella canzone Baglioni aspetta l’arrivo del sabato pomeriggio, giorno in cui vedrà la sua amata, ma lei non arriverà: il cantante allora supplica il suo celebre “passerotto” di non abbandonarlo e si augura di farle cambiare idea ricordandole alcuni momenti vissuti assieme. “Sabato pomeriggio” è l’ultima canzone dell’album e anche questa scelta può essere ricondotta al tema dell’attesa, essendo la canzone più rappresentativa dell’intero lavoro.

Il lato B del singolo è “Poster”, anch’esso uno dei brani più importanti della carriera di Baglioni, reinterpretato varie volte da artisti come Mina, Gianni Morandi e i New Trolls. Entrambe le canzoni del singolo sono leggermente diverse rispetto alle versioni dell’album: “Sabato pomeriggio” sfuma invece che concludere con un richiamo di “Aspettare”, mentre “Poster” ha un’introduzione al pianoforte assente nel 33 giri.

Il successo della canzone è testimoniato dalle 14 settimane passate al numero uno dei singoli, un record per Baglioni, nonostante “Sabato pomeriggio” sia meno immediata rispetto alle hit precedenti: la melodia è un po’ desueta e fa molto leva sul senso di abbandono e di tristezza, ma gli acuti del cantante e l’incipit famoso quasi come la “maglietta fina” ne hanno fatto uno dei suoi cavalli di battaglia e dei motivi più cantati.

Dopo la collaborazione con Vangelis in E TU..., un altro grande della musica ha prestato il suo aiuto a Baglioni per l’intero album: si tratta dell’italo-argentino Luis Enriquez Bacalov, che riporta il suono a timbri più classici dopo la parentesi elettronica del disco precedente. Le tastiere lasciano il posto all’orchestra e al pianoforte e le atmosfere sono più intime e meno sperimentali.

Caricamento video in corso Link

Domani scriveremo di “Il cielo in una stanza” di Mina.

Questa scheda è tratta da “Mezzo secolo di ritornelli – Le canzoni più presenti nelle classifiche di vendita italiane”, di Stefano Cilio, Arcana Edizioni, per gentile concessione dell’editore.(C) Lit edizioni di Pietro D'Amore s.a.s.

Nota: l’autore del libro ha deciso di inserire in un sistema tutte le classifiche settimanali di vendita dei dischi in Italia uscite in sessant’anni, scegliendo solo le prime dieci posizioni per un criterio di omogeneità.

Una volta raccolti tutti i dati, per ciascuna delle 3.131 classifiche settimanali è stato assegnato dalla prima alla decima posizione un punteggio decrescente (ponderato sulla base della media delle vendite nel nostro paese). Ciascuna canzone entrata anche solo per una settimana al numero dieci ha così ottenuto un punteggio relativo alla propria presenza, e una volta stabilita la graduatoria complessiva dei 4.134 brani considerati, di cui 757 sono arrivati al numero uno, le canzoni con il punteggio totale più alto sono andate a formare una sorta di classifica delle classifiche.

https://a6p8a2b3.stackpathcdn.com/wFOkz4AamcZWPoOKyl0Gv0ypqcs=/700x0/smart/rockol-img/img/foto/upload/unnamed.2020-02-19-09-58-11.jpg
Dall'archivio di Rockol - presenta il suo Festival di Sanremo
Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!
Scheda artista Tour&Concerti Testi
La fotografia dell'articolo è pubblicata non integralmente. Link all'immagine originale
4 giu
Scopri tutte le date

© 2020 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.