Come Billie Eilish e il fratello Finneas hanno scritto il tema di 007

I due, si sa, non amano lo studio di registrazione. Meglio allora la cuccetta del tourbus.
Come Billie Eilish e il fratello Finneas hanno scritto il tema di 007

Il fratello di Billie Eilish, Finneas O'Donnell, ha raccontato a GQ Hype come è nata la canzone “No Time To Die”, canzone di apertura del nuovo episodio della saga cinematografica dedicata all'agente 007 James Bond, che raggiungerà i cinema italiani il prossimo 9 aprile.

Finneas ha rivelato che hanno fatto avere loro le prime 20 pagine della sceneggiatura prima che andassero a Londra per incontrare il compositore Hans Zimmer e l'ex chitarrista degli Smiths Johnny Marr per registrare la parte orchestrale e le chitarre del brano.

Spiega Finneas O'Donnell:

“Abbiamo scritto “No Time to Die” sul tourbus. In particolare, nelle cuccette del nostro tourbus. Ci hanno dato le prime venti pagine della sceneggiatura. Immagino che sia fino al punto in cui la canzone entra nel film. Tutti i film di Bond si aprono così. Quindi abbiamo letto le prime venti pagine, il che è stato ovviamente incredibile. Questo ci ha dato una buona guida e una visione profonda di dove sarebbe arrivata la canzone e il tono. E' più facile che dover scrivere l'intera canzone in base all'intero film.(...) Quindi io e Billie abbiamo scritto la canzone, registrato il demo, glielo abbiamo inviato e poi l'abbiamo finito a Londra con Hans Zimmer che ha fatto gli arrangiamenti orchestrali e Johnny Marr degli Smiths. Voglio dire, James Bond? Hans Zimmer? Johnny Marr? Strabiliante.”

Finneas e Billie insieme a Zimmer e Marr eseguiranno per la prima volta dal vivo il brano domani, martedì 18 febbraio, alla cerimonia dei BRIT Awards alla O2 di Londra.

Caricamento video in corso Link

Finneas ha inoltre dichiarato che lui e Billie preferiscono lavorare in ambienti informali come il tour bus o una camera da letto piuttosto che in uno studio:

“Penso che la mentalità di quei posti sia timbra all'entrata, timbra all'uscita; questo con noi non funziona. Sono un grande sostenitore dei vantaggi di un home studio. Sei seduto lì e forse non conosci la frase successiva. Quindi esci un secondo. Ti fai un panino. Giochi con il cane. O guardi un episodio di 'The Office', qualunque cosa. E poi ti scatta, corri nella stanza e ce l'hai. Non è che la tua creatività sia a comando. La gente sembra sempre che ne faccia un grosso problema su dove io e Billie abbiamo scritto l'album; come se quella camera da letto sia uno spazio sacro o qualcosa del genere. Il punto è che non c'era niente di speciale! Che potremmo fare musica ovunque. Beh, ovunque che non sia uno studio professionale affittato. Penso che quando guidi l'automobile, parcheggi e apri la porta dello studio, entri e accendi tutte le luci e accendi tutto, a volte anche quello sforzo, quei 20 minuti, sei come, stressato.”

Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!
Scheda artista Tour&Concerti Testi
La fotografia dell'articolo è pubblicata non integralmente. Link all'immagine originale

© 2020 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.