Universal si sta preparando alla quotazione in borsa

Secondo un comunicato della società madre Vivendi, la major starebbe valutando la possibilità di sbarcare sui mercati azionari

Universal si sta preparando alla quotazione in borsa

Sarebbe in corso una vera e propria corsa alla quotazione sui mercati azionari tra i big della discografia mondiale: dopo il gruppo Warner, che lo scorso 6 febbraio ha annunciato di aver depositato i documenti necessari allo sbarco in borsa, un'altra major sarebbe in procinto di intraprendere un'offerta pubblica iniziale. Vivendi - società che controlla la maggioranza del gruppo Universal - avrebbe informato il proprio consiglio di vigilanza - per mezzo di una nota - di "negoziazioni in corso sulla possibile vendita di ulteriori quote di minoranza [oltre a quelle in possesso di Tencent], basato su una valutazione minima di 30 miliardi di euro", datata 31 dicembre 2019.

Secondo le indiscrezioni di stampa emerse nelle ultime ore, già otto società finanziarie avrebbero dimostrato interesse - come investitori - nei confronti dell'operazione, che potrebbe compiersi entro il 2023.

La notizia arriva contestualmente ai report relativi al bilancio relativo all'ultimo quadrimestre di Universal, che - grazie solo alla disponibilità del proprio catalogo sulle principali piattaforme di streaming musicale - avrebbe generato oltre 11 milioni di dollari al giorno, per un totale di poco più di un miliardo di dollari tra gli scorsi mesi di ottobre e dicembre: come evidenziato dai principali osservatori internazionali, non è da escludere che il trend positivo abbia influito sulla decisione della pianificazione di una quotazione sui mercati a medio - breve termine.

Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!
La fotografia dell'articolo è pubblicata non integralmente. Link all'immagine originale

© 2020 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.