I Rage Against the Machine si schierano contro i bagarini

La band di Tom Morello prende le contromisure a chi vuole fare lievitare il prezzo dei biglietti dei loro concerti.

I Rage Against the Machine si schierano contro i bagarini

I Rage Against The Machine stanno preparando il loro primo tour dal 2011 – purtroppo al momento non è previsto alcun appuntamento in Italia - e non vogliono che il secondary ticketing renda amara questa notizia ai loro fan.

In un post sul loro account Instagram, la band affermato che “dall'annuncio del nostro tour, bagarini e siti di vendita hanno messo in vendita biglietti falsi per i RATM. Vogliamo fare tutto il possibile per proteggere i nostri fan dal bagarinaggio e, allo stesso tempo, raccogliere una notevole quantità di denaro per enti di beneficenza e organizzazioni di attivisti che sosteniamo in ogni città."

La band sostiene che fino al 50% dei biglietti per i concerti vengono acquistati e rivenduti dai bagarini e che stanno facendo "tutto il possibile" per proteggere il 90% dei biglietti dallo sciacallaggio. La stessa band tratterrà il 10% dei biglietti di ogni spettacolo e li venderà a un prezzo superiore al normale, "ma abbastanza basso da tagliare fuori I bagarini". La band di Morello donerà il 100% del ricavato dalle vendite dei biglietti a enti di beneficenza e organizzazioni di attivisti in ogni città in cui suoneranno.

Scrivono ancora:

“Siamo fiduciosi che questo aiuterà molti più fan ad avere i biglietti al valore nominale. ODIAMO IL BAGARINAGGIO COME VOI e continueremo a cercare modi per combatterlo.”

View this post on Instagram

Tickets on sale now at RATM.com

A post shared by Rage Against The Machine (@rageagainstthemachine) on

Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!
Scheda artista Tour&Concerti Testi
La fotografia dell'articolo è pubblicata non integralmente. Link all'immagine originale

© 2020 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.