Bugo: 'Io cocainomane? Quando si apre la bocca bisogna essere responsabili'. E su Morgan...

Il cantautore risponde alle provocazioni. E parla del suo rapporto con l'ex leader dei Bluvertigo: "Continuo a volergli bene, ma...".

Bugo: 'Io cocainomane? Quando si apre la bocca bisogna essere responsabili'. E su Morgan...

Nella querelle che ha animato le ultime ore del Festival di Sanremo 2020 e della quale a distanza di qualche giorno dalla fine della manifestazione si continua ancora a parlare, dopo le dichiarazioni di Morgan in tv ("Io come Cristo. L'Italia non mi merita", ha detto ieri) la palla torna ora a Bugo. Che a differenza dell'ex leader dei Bluvertigo preferisce sfogarsi sulle pagine dei giornali, anziché in televisione. Tornato la scorsa domenica sul palco dell'Ariston per la puntata speciale di Domenica In condotta da Mara Venier - dopo averlo abbandonato in diretta in seguito alla lite con Morgan, reo di aver cambiato le parole del testo di "Sincero", la canzone che i due cantautori hanno presentato al Festival, provocando di fatto l'esclusione della coppia dalla gara - in un'intervista concessa a "La Stampa" e firmata da Luca Dondoni la voce di "Nel giro giusto" commenta oggi la bufera mediatica generata dall'espulsione dal Festival.

Il racconto di Bugo parte dalla conferenza che lo scorso sabato, il giorno dopo la lite, lo ha visto raccontare la sua versione dei fatti ai giornalisti della sala stampa dell'Ariston:

"Sono ancora turbato perché la conferenza stampa di Sanremo di sabato dove ho voluto spiegare a caldo le mie ragioni è stata una delle esperienze più difficili della mia vita. Ero partito per l’avventura sanremese con una felicità assoluta e l’avventura si è trasformata in un incubo. [...] Morgan poi va ospite in programmi tv e spara a zero su di me. Spero che questa bufera passi presto perché sono devastato".

Il cantautore risponde poi alle dure parole di Vittorio Sgarbi, che la scorsa domenica era tra gli ospiti della puntata di "Live - Non è la D'Urso" con protagonista Morgan e che di Bugo ha detto: "Sembra un cocainomane".

"Ma poi ha ritrattato e si è scusato; è giusto che l’abbia fatto perché si è reso conto che rischiava legalmente. Ma sono cose che si dicono? Ho 46 anni, sono sposato e ho un bimbo e quando si apre la bocca bisogna essere responsabili. Io non ho mai offeso Morgan, figuriamoci se mi occupo di un signore che lo spalleggia parlando di cose che non esistono. Sono frasi che si commentano da sole".

È tra mercoledì e giovedì, poche ore prima dell'esibizione della coppia su "Canzone per te" di Sergio Endrigo, preparata per la terza serata del Festival di Sanremo, quest'anno dedicata alle cover delle canzoni che hanno fatto la storia della manifestazione, che il rapporto tra Bugo e Morgan ha iniziato ad incrinarsi, fino alla rottura avvenuta durante l'esibizione nella serata di venerdì:

"Sono arrivato alla serata cover senza aver mai provato.Come potevo cantare bene in quelle condizioni? [...] Mi dispiace perché io a Morgan volevo e continuo a volere bene".

A chi parla di una messinscena per catturare l'attenzione dei media Bugo risponde:

"Se fosse così vorrei l'Oscar per la migliore interpretazione. Certo mi rendo conto che, pur senza aver architettato nulla, è stata la tempesta perfetta. Adesso la mia etichetta, la Mescal, dovrà pagare delle penali e ci saranno conseguenze economiche che non so quantificare ma non si parla di pochi euro. E’ tutto talmente incredibile che posso capire chi pensa al complotto: una bomba atomica come questa è incredibile. Speriamo che almeno serva a far conoscere la mia musica, l’artista che sono stato e sono, compreso tutto il lavoro dietro il nuovo album".

Il nuovo disco di Bugo si intitola semplicemente "Cristian Bugatti" - è il suo vero nome - ed è uscito lo scorso venerdì: qui la nostra recensione.

Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!
Scheda artista Tour&Concerti Testi
La fotografia dell'articolo è pubblicata non integralmente. Link all'immagine originale

© 2020 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.