Tidal cresce (e arriva a 148milioni nel 2018), ma non negli USA

La piattaforma streaming di Jay-Z ha segnato ottimi numeri nel 2018, Stati Uniti a parte.

Tidal cresce (e arriva a 148milioni nel 2018), ma non negli USA

Nonostante il 2018 sia l’anno in cui è scoppiata la bomba, sganciata dal giornale norvegese Dagens Næringsliv, degli streaming gonfiati, al centro dell’inchiesta che accusava la piattaforma streaming rilanciata nel 2015 da Jay-Z di manipolare intenzionalmente i suoi stream in favore di artisti come Jay-Z, Kanye West e Beyoncé, i ricavi di quell’anno di Tidal si sono rivelati positivi: secondo i dati diffusi da MusicAlly citando il report di Project Panther Bidco (PPB), la holding proprietaria, attraverso Aspiro, di Tidal e WiMP, depositato nei giorni scorsi al Registro delle Imprese britannico, la piattaforma nel 2018 ha generato 147,6 milioni di dollari, segnando così una crescita del 26% rispetto all’anno precedente. Su base annua, l’utile lordo di Tidal è aumentato invece del 30%. La crescita complessiva, però, non ha trovato riscontro negli Stati Uniti, Paese nel quale si è piuttosto rivelata una contrazione delle entrate, con un calo del 20% su base annua.

La Project Panther Bidco Ltd. di Jay-Z ha acquisito Aspiro, e con essa Tidal, nel 2015, rilanciando la piattaforma – che offre musica, video e podcast – nata nell’ottobre 2014 e, a oggi, attiva in oltre cinquanta paesi.

 

 

Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!
La fotografia dell'articolo è pubblicata non integralmente. Link all'immagine originale

© 2020 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.