Donne in musica, Levante: 'Mi dicevano: È facile quando ti scopi Bloody Beetroots'

La cantautrice, esempio per le donne che scrivono, cantano e suonano, non ci sta: "Quante capre tra gli uomini, che scalano le classifiche. Non è giusto".
Donne in musica, Levante: 'Mi dicevano: È facile quando ti scopi Bloody Beetroots'

"Quando ho firmato il mio primo contratto discografico importante mi hanno detto: 'Ti fanno male le ginocchia? Quanto hai scopato per arrivare qui?": non usa mezzi termini Levante nel raccontare la sua esperienza di donna nel music business italiano. La cantautrice siciliana (torinese d'adozione), in gara al Festival di Sanremo 2020 con "Tiki bom bom", ha partecipato questa mattina nella città dei fiori ad una conferenza organizzata da NUOVOIMAIE (l'istituto mutualistico per la tutela degli artisti interpreti ed esecutori) per presentare una ricerca sulla presenza delle figure femminili nell'industria discografica del nostro paese e raccontando il percorso che l'ha portata nel giro di qualche anno ad imporsi sulle scene si è tolta qualche sassolino dalla scarpa.

Alludendo alla sua passata relazione con Simone Cogo - vero nome del frontman del gruppo electro house salito alla ribalta nel 2009 grazie al singolo "Warp" con Steve Aoki, Levante ha detto:

"'È facile quando ti scopi Bloody Beetroots', mi dicevano. Quando pubblicai il video di 'Memo' mia madre dovette difendermi su YouTube perché tanti uomini scrivevano: 'È lì solo perché è bella'".

La cantautrice è una delle poche donne che partecipano quest'anno al Festival di Sanremo: sono 7 quelle in gara nella categoria principale, quella dei "big" (oltre a Levante ci sono Tosca, Rita Pavone, Elodie, Elettra Lamborghini, Giordana Angi e Irene Grandi), 2 quelle che gareggiano tra le "Nuove proposte" (Gabriella Martinelli e Lula, eliminate dopo il primo passaggio sul palco dell'Ariston, e la giovanissima Tecla Insolia, che al Festival partecipa con "8 marzo", una canzone dedicata all'universo femminile).

Però ieri, in occasione della serata dei duetti, durante la quale i vari cantanti in gara hanno interpretato cover di canzoni che hanno fatto la storia del Festival, sul palco si sono esibite anche Arisa, Ana Mena, Simona Molinari, Ornella Vanoni, Veronica Lucchesi (voce de La Rappresentante di Lista), Nina Zilli, Silvia Pérez Cruz, Annalisa e Myss Keta, mentre Laura Pausini, Fiorella Mannoia, Gianna Nannini, Giorgia, Elisa, Alessandra Amoroso e Emma Marrone hanno annunciato a sorpresa un .grande concerto-evento a Campovolo in programma a settembre per sostenere i centri antiviolenza. Levante ha cantato "Si può dare di più" insieme a Francesca Michielin e Maria Antonietta, trasformando il brano che nel 1987 permise al trio composto da Umberto Tozzi, Enrico Ruggeri e Gianni Morandi di vincere il Festival in un inno al girl power:

"Di donne ne avete viste tante ieri, ma messe tutte insieme riempiamo una stanza. Ci facciamo forza a vicenda ed è bello. Però allo stesso tempo mi viene da battere la testa contro muro perché per farci rispettare dobbiamo fare muro. Non è giusto".

Levante ha poi tuonato:

"Ho sentito dire: forse quelle che arrivano sono più brave. Sarà pure vero. Ma quante capre abbiamo tra gli uomini, che invece scalano le classifiche?. Però stanno cambiando le cose. Già il solo fatto di parlarne significa qualcosa".

Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!
Scheda artista Tour&Concerti
La fotografia dell'articolo è pubblicata non integralmente. Link all'immagine originale

© 2021 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.