Warner Music: dopo nove anni il ritorno in borsa

Annuncio a sorpresa: la major controllata da Lev Blavatnik e Access Industries pronta per l'IPO

Warner Music: dopo nove anni il ritorno in borsa

Warner Music Group Corp. ha appena diramato oggi, 6 febbraio, un comunicato con il quale annuncia di avere compilato il modulo S-1 presso la Securities and Exchange Commission (“SEC”) avanzando una richiesta per procedere alla sua quotazione in borsa mediante "initial public offering“ (IPO). Al momento non sono noti nè la percentuale di azioni che flotterà sul mercato nè la forchetta di prezzo, mentre è ufficiale che ad assistere WMG nel collocamento sul mercato dei propri titoli saranno Morgan Stanley, Credit Suisse e Goldman Sachs.

L'annuncio ha i connotati della notizia bomba per quanto riguarda il comparto-intrattenimento del mondo della finanza ma, superato l'effetto sorpresa, l'IPO appare una mossa sensata e ben ponderata. Blavatnik acquistò la major per un importo di circa 3,3 miliardi di dollari e poi procedette al delisting, ritirandola dalla borsa newyorkese e rendendola una compagnia privata. Che ora voglia tornare e renderla pubblica risponde alla logica dei moltiplicatori: dopo nove anni è prevedibile che il valore di Warner Music sia diventato di gran lunga superiore, pari a svariati mutipli, e l'azionista è pronto a massimizzare il ritorno sull'investimento.

Difficile non collegare la decisione sulla quotazione al recente acquisto di una quota del 10% di Universal Music Group da parte di Tencent che, pagandola 3,4 miiardi di dollari, ha portato il valore della major controllata da Vivendi a un totale di 34 miliardi di dollari.

Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!
La fotografia dell'articolo è pubblicata non integralmente. Link all'immagine originale

© 2020 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.