Sanremo 2020, le Vibrazioni: il pop-rock di “Dov’è” sul palco dell’Ariston

Un ritorno al teatro Ariston dopo la partecipazione di due anni fa quando diedero vita alla loro reunion
Sanremo 2020, le Vibrazioni: il pop-rock di “Dov’è” sul palco dell’Ariston
Credits: Alessandro Tornatore

Le Vibrazioni, dopo aver festeggiato i venti anni di carriera, scelgono nuovamente il Festival di Sanremo per fare squadra e presentare il brano “Dov’è”, nato dallo spunto di due autori, Roberto Casalino e Davide Simonetta.

Un ritorno sul palco del teatro Ariston dopo la partecipazione di due anni fa quando diedero vita alla loro reunion dopo una pausa di cinque anni. Per Francesco Sarcina, Stefano Verderi, Marco Castellani e Alessandro Deidda, questa è la terza volta al Festival di Sanremo mentre per il leader del gruppo, Sarcina, si tratta della quarta apparizione sul palco del teatro Ariston se si conta anche l’edizione del 2014 quando gareggiò da solista. Il brano che presentano parla della capacità di riuscire a superare le difficoltà che presenta la vita, senza farsi trascinare e buttare giù dai problemi di tutti i giorni, piccoli o grandi che siano. Inizia così: “Cerco di capire quello che non so capire, fuori vola polline e ho creduto fosse neve e non mi sento contento”. Il gruppo rock nasce ufficialmente a Milano nel marzo 1999 e dopo tre anni passati a suonare nei locali e farsi le ossa come live band, raggiunge il successo con il singolo “Dedicato a te” che, uscito all’inizio del 2003, diventa da subito uno dei brani più trasmessi dalle radio.

Il testo completo e il video di “Dov’è” saranno disponibili a breve.

Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!
Scheda artista Tour&Concerti
La fotografia dell'articolo è pubblicata non integralmente. Link all'immagine originale

© 2021 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.