Sanremo 2020, modifica al regolamento: i giovani suoneranno di meno

Nella giornata di ieri è stato effettuata una variazione alla finale delle categoria "Nuove proposte", che genererà qualche polemica
Sanremo 2020, modifica al regolamento: i giovani suoneranno di meno

Nella tarda giornata di ieri, 3 febbraio, la RAI ha effettuato una modifica in extremis del regolamento del Festival di Sanremo 2020: le variazioni sono previste dal regolamento stesso "per esigenze organizzative e/o funzionali" tanto che finora ne erano già state fatte altre 4, l'ultima del 20 gennaio;  quella del 6 gennaio, per esempio, aveva portato i big da 22 a 24.
La quinta però susciterà qualche polemica, perché arriva all'ultimo minuto e - soprattutto-  riguarda i giovani. Nello specifico, la variazione impatta sulla finale della categoria che avverrà nella quarta serata, venerdì 7 febbraio.

Sostanzialmente: i giovani finalisti suoneranno di meno e il vincitore sarà decretato dal voto su uno spezzone registrato e non su una performance live.

La struttura della serata originariamente prevedeva infatti una doppia esibizione: prima i 4 semifinalisti, decretati dalle esibizioni dei giovani di martedì e mercoledì, votati da giurie demoscopica, stampa e televoto. 
Poi i finalisti: i 2 vincitori di questo round si sarebbero dovuti esibire un'altra volta. Il voto sulla seconda esibizione (sempre delle stesse giurie) avrebbe dovuto decretare il vincitore.

Invece la RAI, si legge nella comunicazione della variazione del nuovo regolamento, ha comunicato che il vincitore sarà decretato da - si legge:

Riproposizione registrata delle interpretazioni (o di parte di esse) delle 2 canzoni rimaste in competizione, rese dai rispettivi Artisti durante le semifinali (sfida diretta di Finale)

Tradotto: i due finalisti non esibiranno più, ma verrà fatto vedere uno spezzone delle due interpretazioni già svolte in precedenza. E sarà su intepretazioni registrate, non dal vivo, che voteranno le giurie.

La scelta è dovuta probabilmente all'affollamento della scaletta: nella stessa serata si esibiranno tutti e 24 i big, e oggi in conferenza stampa la RAI ha detto che per le serate finali bisogna aspettarsi "durate da Sanremo".

Nella mattinata di stamattina le prime prese di prosizioni della associazioni di categoria sulla scelta di fare spazio in scaletta riducendo il tempo dedicato alle Nuove Proposte. "Secondo la RAI la finale dei giovani di #Sanremo2020 si svolgerà facendo ascoltare il brano ( o addirittura parti di esso) registrato. Si avete capito bene.
Come mandare in onda la finale della UEFA con gli highlight delle semifinali...", ha dichiarato Enzo Mazza di FIMI su Twitter.  Anche i concorrenti si lamentano: Tecla Insolia, in gara questa sera e passata in sala stampa si è detta contraria: "Non lo sapevo, non lo trovo giusto – spiega la ragazza – siamo qui per cantare e devono farci cantare”.

Dall'archivio di Rockol - Tutti i vincitori del Festival di Sanremo dal 2011 al 2019
Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!
Scheda artista Tour&Concerti Testi
La fotografia dell'articolo è pubblicata non integralmente. Link all'immagine originale

© 2020 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.