Addio al giornalista Piergiuseppe Caporale

Peppe, come era chiamato dagli amici, aveva 78 anni.

E' morto questa a mattina a Roma il giornalista Piergiuseppe Caporale. Come riporta l'edizione online di Il Messaggero, Caporale era nato a Torino il 20 agosto 1941, ma si può considerare romano d'adozione. Per tutti gli amici e i colleghi era semplicemente Peppe, è stato uno dei giornalisti e critici musicali italiani più e apprezzati degli ultimi quarant'anni.

Nel corso della sua lunga carriera ha collaborato con diverse testate, fra cui Nuovo Sound e Ciao 2001, occupandosi soprattutto di musica leggera. Fu anche ufficio stampa di alcuni artisti, uno su tutti Claudio Baglioni.

Peppe è stato anche autore di testi per la televisione curando in particolare quelli della trasmissione Stereo andata in onda fra il 1982 ed il 1983. Era fra i soci fondatori dell'associazione D.A.C. Diritto d'autore e connesso, che si occupa della rappresentanza e gestione collettiva del diritto d'autore. Legato all'ambiente romano e al Folkstudio, aveva avuto anche esperienze come produttore musicale.

 

Succedono cose che non ti sai spiegare, o che forse non hanno spiegazione.
Il mio buon proposito per il 2020, una promessa che ho fatto a mio figlio, è di smettere (o quasi) di fumare sigari, e ricominciare a fumare la pipa.
E’ una promessa che sto cercando di mantenere, e infatti ieri sera, mentre guardavo in televisione una inutile discussione sul Festival di Sanremo che comincerà domani, anziché accendere un sigaro ho preso una delle tante pipe della mia collezione - una che non fumavo da anni, forse decenni, come tutte le altre.
Quella che ho scelto, mi sono ricordato prendendola in mano, era stato il regalo di Natale di un giornalista e amico - di quando facevo l’ufficio stampa. Di solito eravamo noi, delle case discografiche, a fare regali di Natale “aziendali”; ma quella volta ero rimasto piacevolmente sorpreso quando quel giornalista, di passaggio da Milano, era venuto in ufficio da noi per salutarmi e mi aveva regalato una pipa - quella pipa, appunto, realizzata da un artigiano del quale anche lui, pure fumatore di pipa, era cliente abituale.
Quel giornalista, l’avrete capito, si chiama - si chiamava - Piergiuseppe Caporale. Non lo sentivo da tempo, da qualche anno, e proprio ieri sera avevo pensato che uno di questi giorni l’avrei chiamato per sapere come stesse e cosa stesse facendo.
Quando oggi pomeriggio ho saputo della morte di Peppe, al dolore per la scomparsa di una persona buona, simpatica e generosa - oltre che professionista di valore, uno dei decani della nostra ormai sputtanatissima professione - si è aggiunto lo stupore: avevo pensato a lui poche ore prima, grazie a quella pipa, ed ecco che il mio intento di chiamarlo veniva vanificato.
Mi consola, se non altro, sapere di averlo ricordato quand’era ancora vivo.
Ciao, Peppe, e ancora grazie per la pipa. La fumerò anche stasera, per ripensarti un po’.
(fz)

Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!

© 2020 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.