Josh Klinghoffer: lasciare i RHCP è stato 'come morire’. Pronto a tornare sul palco

Sangue amaro sembra non essercene tra Josh Klinghoffer e i Red Hot Chili Peppers. Di certo, però, le ultime settimane per il chitarrista sono state tutt'altro che facili.
Josh Klinghoffer: lasciare i RHCP è stato 'come morire’. Pronto a tornare sul palco

Se ne è parlato tanto e se ne continuerà a parlare per un po’. Il ritorno di John Frusciante nei Red Hot Chili Peppers è stato un grande evento per la band di Anthony Kiedis, per i fan della formazione californiana e per l’industria musicale nel suo complesso. Un evento che ha visto farsi, però, da parte il chitarrista Josh Klinghoffer che nel 2009 aveva preso il posto di Frusciante e che, sebbene lui e la band sembrino rimasti in buoni rapporti e le sua dichiarazioni siano sempre state pacate e concilianti, a mano a mano che affronta l’argomento nelle diverse interviste mostra sfumature che raccontano quanto doloroso sia stato, ad ogni modo, ricevere la notizia del ritorno di Frusciante. Se già traspariva, ad esempio, dall’intervista con Marc Maron per WTF, da quella di venerdì scorso con l’edizione statunitense di Rolling Stone ancora di più. 

Dopo aver spiegato che secondo lui la decisione “è venuta interamente dalla connessione di Flea con John”, Klinghoffer ha ricordato alcuni dettagli dell’incontro con i compagni di band, come l’abbraccio del batterista Chad Smith – “Chad e io siamo molto amici” – e le poche parole di Anthony Kiedis – “Non ha detto molto. Ma potevo vedere nei suoi occhi che era stata una decisione molto dolorosa”. Per poi raccontare, a proposito del comunicata, diffuso via social, attraverso il quale i Red Hot Chili Peppers divulgavano la notizia:

Ero completamente sorpreso. E sembrava esattamente un annuncio di morte. Da un certo punto di vista mi ha evitato di doverlo dire alle persone quindi sono semplicemente andato a casa con il mio caffè e mi sono seduto fuori in cortile e ho messaggiato con le persone nelle successive tre ore senza sosta. Sembrava davvero come morire, ma quante volte riesci ad allontanarti dalla morte e vivere il resto della tua vita? Così mi sono seduto in cortile con il cuore davvero pesante. È stato un pomeriggio davvero emotivo e questo è qualcosa che, per me, è bello da sentire perché non riesco molto spesso a rallentare e ad annusare le emozioni.

Ma quanto ancora Klinghoffer pensava che sarebbe rimasto nella band? “Almeno per un altro tour, no?”, ha risposto a Rolling Stone USA il chitarrista, aggiungendo: “Perché stavamo scrivendo un altro album”. Album che, spiega il chitarrista, non era ancora stato in alcun modo registrato: lo stato dei lavori era ancora quello della fase ideativa e di scrittura. “Avevamo iniziato nel 2018 e stavamo procedendo a piccoli singhiozzi”, ha raccontato Klinghoffer.

Da ora in avanti Klinghoffer si concentrerà sul suo progetto solista Pluralone, il cui album di debutto è uscito lo scorso mese di novembre, e aprirà per i Pearl Jam durante la branca statunitense del tour. “Sono eccitato ma un po’ pietrificato perché non l’ho mai fatto” – racconta l’artista – “Suonare da solo non è necessariamente qualcosa che avrei pensato di fare”. Conclude poi Klinghoffer: “Ma è un’opportunità molto bella fare musica in un nuovo contesto; è uno dei contesti più pazzi che si possano immaginare”.

Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!
Scheda artista Tour&Concerti Testi
La fotografia dell'articolo è pubblicata non integralmente. Link all'immagine originale
16 giu
Scopri tutte le date

© 2020 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.