La surreale intervista (d'epoca) di Billy Corgan a Nick Cave. Video

Per l'edizione 1994 del festival Lollapalooza MTV ebbe la brillante idea di scegliere il giovanissimo leader degli Smashing Pumpkins come inviato speciale nel backstage. Quando venne il momento di intervistare il leader dei Bad Seeds...

La surreale intervista (d'epoca) di Billy Corgan a Nick Cave. Video

Dovevano essere i Nirvana gli headliner dell'edizione 1994 del Lollapalooza, il festival itinerante ideato da Perry Farrell che nella prima metà dei '90 stata vivendo il proprio periodo di massimo splendore. Però, come andò a finire, lo sappiamo tutti: il 7 aprile di quell'anno il corpo di Kurt Cobain nella sua casa di Seattle, lasciando il mondo senza uno dei più grandi rocker della storia e il Lollapalooza senza il suo gruppo di punta.

Non che, nel cartellone della festa mobile musicale, fossero rimaste solo nomi di seconda fila: nel bill erano rimasti comunque Beastie Boys, L7, Boredoms, Green Day, Flaming Lips, Verve, Cypress Hill e parecchi altri, oltre che a due delle realtà più attese dal pubblico dell'epoca: Smashing Pumpkins e Nick Cave.

Il gruppo di Billy Corgan - all'epoca appena ventisettenne - si era appena guadagnato il successo commerciale grazie a "Siamese Dream", disco che aveva aperto al gruppo di Chicago i cancelli dell'aristocrazia mainstream a stelle e strisce non senza qualche effetto collaterale - essenzialmente il disprezzo della rampante comunità indie, con la presa in giro dei Pavement in "Range Life" e le caustiche definizioni di Bob Mould e Steve Albini, che avevano rispettivamente bollato la band di "Disarm" come "i Monkees del grunge" e "nuovi, insignificanti REO Speedwagon".

Dal canto suo, Re Inkiostro aveva appena pubblicato "Let Love In", e - nel giro - che non fosse esattamente in agnellino era cosa nota, specialmente tra i giornalisti: qualche anno prima il giornalista dell'NME Jack Barron era stato preso a male parole, e a calci, in un hotel di Amburgo, al culmine di un'intervista andata decisamente male. Insomma: se tra la fine degli anni Ottanta e la metà degli anni Novanta il tuo lavoro era scrivere di musica, Nick Cave era l'ultima delle persone che avresti voluto trovarti davanti.

Cosa c'entra, questo, con il Lollapalooza del 1994? C'entra, perché MTV - all'epoca emittente partner della manifestazione - decise di concedersi un'inviato speciale davvero speciale del backstage affidando a Billy Corgan il compito di scambiare due battute a caldo con i protagonisti. Corgan, 27 anni, ciuffo biondo e con un luminoso futuro davanti, era il volto perfetto per fare da tramite tra mondo del rock e telespettatori. I produttori, però, non avevano fatto i conti con il leader dei Bad Seeds.

Caricamento video in corso Link

MTV spedisce Corgan a intervistare Cave, e lo scambio si fa subito frizzante. Il primo, sorridente a favore di camera, dopo una breve introduzione istituzionale chiede "come siete stati coinvolti nel Lollapalooza?". L'intervistato, occhiali scuri e faccia di uno che preferirebbe essere ovunque tranne che lì, risponde: "Mi ha chiamato il mio manager e mi ha detto di farlo". Punto.

L'intervista parte in salita, ma Corgan non si scoraggia: fiducioso che l'incontro possa ancora essere recuperato, la voce di "Disarm" pone una domande sulle band europee, "inglesi, come la vostra". Cave si porta alle labbra una sigaretta, fa un tiro, poi ribatte: "Inglesi?". Corgan, prontamente, si corregge: "Australiane, scusa". "Australiana. Tedesca. Inglese. Nel gruppo abbiamo anche un americano", lo incalza Cave: "Veniamo da dovunque". Re Inkiostro è pronto per il colpo del k.o. Billy, nervoso, butta l'occhio sul blocco con gli appunti degli autori e butta lì, sul disperato: "Credi sia diffile per i teenager americani...". Cave taglia corto: "Quanti anni hai?". Gioco, partita, incontro. E per com'era il leader dei Bad Seeds all'epoca, a Corgan, tutto sommato, poteva andare peggio...

Dall'archivio di Rockol - Live @ Lucca Summer Festival
Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!
Scheda artista Tour&Concerti Testi
La fotografia dell'articolo è pubblicata non integralmente. Link all'immagine originale
20 mag
Scopri tutte le date

© 2020 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.