UK, polemiche roventi tra EMI e negozianti per il nuovo singolo dei Gorillaz

UK, polemiche roventi tra EMI e negozianti per il nuovo singolo dei Gorillaz
Clima di tempesta, appena temperato dalle dichiarazioni conciliatorie del “boss” Tony Wadsworth, tra la EMI e i negozianti di dischi inglesi. L’incidente diplomatico, che ha innescato una settimana di polemiche roventi tra gli addetti ai lavori, ha origine dal comportamento inedito della casa discografica, che per il nuovo singolo dei Gorillaz “Feel good inc.” ha puntato tutto sulla vendita on-line in formato digitale ma che, per far figurare il brano nella classifica generale dei singoli più venduti (vedi News), ha messo in vendita anche un’edizione “fisica” del prodotto sotto forma di 45 giri in vinile e in edizione limitata: provocando in tal modo le proteste dei numerosissimi rivenditori che non sono riusciti a procurarselo prima che lo stock andasse esaurito.
Ne è seguito un accesissimo confronto tra la EMI e l’associazione dei negozianti Bard, placatosi solo dopo che Wadsworth ha promesso che casi del genere non si ripeteranno in futuro. “Crediamo fortemente che per l’industria sia essenziale sviluppare il business digitale, se vogliamo andare incontro ai desideri dei consumatori e rendere il miglior servizio ai nostri artisti”, ha dichiarato Wadsworth secondo quanto riporta il sito di Music Week. “Detto questo, non vogliamo rendere la vita più difficile di quanto già lo sia ai commercianti, e in particolare ai piccoli rivenditori indipendenti”. Il presidente di Bard Steve Knott, che è anche responsabile della catena HMV in Europa, ha preso nota sottolineando che “quel che i negozianti chiedono è semplicemente di poter giocare su un piano paritario. Salutiamo positivamente lo sviluppo di nuovi canali di distribuzione, ma la sopravvivenza di molti rivenditori dipende ancora dalla vendita di prodotti fisici, e sono questi a pagare tuttora gli stipendi della maggior parte della gente che lavora in questa industria”.
Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!

© 2019 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini fotografiche rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, quindi, libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.