Sting e i Police: "Non puoi davvero evolvere come essere umano in una band"

L'ex frontman dei Police parla del rapporto che ha con i suoi ex compagni di band e di canzoni come "Every Breath You Take" e "If You Love Somebody Set Them Free".

Sting e i Police: "Non puoi davvero evolvere come essere umano in una band"

Il 68enne Sting - a Los Angeles per la presentazione del musical, in parte autobiografico, “The Last Ship”, per il quale ha scritto musica (leggi qui la nostra recensione) e testi oltre a interpretarvi una parte - ha rilasciato una intervista all'Hollywood Reporter.

Durante il confronto con il giornalista della testata statunitense l'ex frontman dei Police oltre a parlare di “The Last Ship”, non ha mancato di rispondere ad alcune domande relative al periodo, a cavallo tra l'ultimo scorsio degli anni Settanta e la prima metà degli anni Ottanta, trascorso nella band inglese.

Gli viene chiesto cosa accadde ai Police e se ci fu una rottura ufficiale oppure se, semplicemente, decise di allontanarsi dal gruppo. Questa la sua risposta:

“Tutto ciò che abbiamo deciso di fare come band l'abbiamo raggiunta cento volte. Dopo averla fatta, diminuisce in termini di soddisfazione. Penso che una band sia come una gang. È come una gang di strada, una banda di adolescenti. Non puoi davvero evolvere come essere umano in una band. Penso che in quel posto tu debba costantemente rimetterti in gioco. Quindi non c'è libertà.”

Sale allora la curiosità di sapere se oggi vada d'accordo con i vecchi compari, il chitarrista Andy Summers e il batterista Stewart Copeland:

“Assolutamente sì. Andy e Stewart verranno alla 'prima'. Voglio dire, abbiamo combattuto come cani e gatti quando eravamo una band, perché era una cosa fraterna. Ma mi piace la libertà che ho ora di fare esattamente quello che scelgo di fare. Seguo la mia curiosità, seguo il mio istinto. Non devo seguire l'etica di una band. (Non devo) somigliare al resto della band, pensare a cosa fanno gli altri.”

Gli viene inoltre chiesto se sia vera la storia che ha scritto "If You Love Somebody Set Them Free" (canzone inclusa nel suo primo album solista “The Dream of the Blue Turtles”, pubblicato nel 1985) come una specie di rifiuto nei confronti di "Every Breath You Take" (brano presente nell'ultimo album dei Police “Synchronicity”, uscito nel 1983). Sting risponde così:

“Sì. "Every Breath You Take" è una canzone molto ambivalente. Alcuni pensano che sia romantica, altri pensano che sia sinistra. Non riesco mai a prevedere i punti di vista. Penso che valgano entrambi. Penso che sia questo il suo potere: ha una qualità ambigua e strana. Quindi dovevo scrivere l'antidoto. "If You Love Somebody, Set Them Free" è il contrario. In una certa misura sono anche biografiche.”

Caricamento video in corso Link
Caricamento video in corso Link

Di "Fortress Around Your Heart” (altra canzone dell'album “The Dream of the Blue Turtles”) invece dice:

“È una storia personale. Sai, un cantautore usa la tua esperienza personale, il tuo dolore, la tua euforia, la tua gioia. Lo inserisci nelle canzoni in un modo velato. Ma a me è molto chiaro di cosa parlano le canzoni.”

Caricamento video in corso Link

L'intervistatore chiede ancora: ma vengono prima le parole oppure le melodie? Sting risponde:

“Tutti e due. Non ci sono regole rigide. A volte l'idea per una canzone, per un tema ti viene, un titolo di una canzone, un titolo intrigante. Lavori normalmente dietro i titoli. Dici, 'Ok, di cosa parla questo titolo? Dove mi porta?' E il tuo inconscio ti racconta una storia o la musica ti racconta una storia. Se costruisci la musica in modo coerente, si ha già una sorta di narrativa astratta. Ha un inizio, una metà e una fine. Quindi, ok, cosa ti sta dicendo la musica? Qual è il mood? C'è una strofa che ti viene in mente? È un processo molto misterioso. Davvero non lo comprendo, ma sono grato quando succede. Non è garantito.”

Sting nei giorni scorsi ha annunciato un concerto italiano che si terrà la prossima estate, il 23 luglio al Parco della Cittadella di Parma.

Dall'archivio di Rockol - Le nuove versioni delle sue canzoni in "My songs"
Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!
Scheda artista Tour&Concerti Testi
La fotografia dell'articolo è pubblicata non integralmente. Link all'immagine originale
20 lug
Scopri tutte le date

© 2020 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.