Sum 41, concerto annullato per una bomba esplosa vicino al luogo dell’evento

Deryck Whibley e soci si sono visti costretti ad annullare il live di Parigi di questa sera, 18 gennaio
Sum 41, concerto annullato per una bomba esplosa vicino al luogo dell’evento

La band guidata da Deryck Whibley - di scena ieri sera, 17 gennaio, allo Zenith di Parigi - si è vista costretta ad annullare la data che l'avrebbe vista impegnata questa sera sul palco del Les Etoiles della capitale francese. Il live dei Sum 41 è stato annullato dopo che un petardo è stato fatto esplodere vicino al luogo dell’evento. Lo show della band di “All killer no filler” di questa sera era stato annunciato come un live intimo all’interno della branca europea del tour "No personal space”, partito lo scorso 14 gennaio in Belgio e che farà tappa anche in Italia il prossimo 28 gennaio.

Stando a quanto riportato da Blabbermouth in un articolo, la formazione canadese ha pubblicato sui social la seguente dichiarazione:

“Durante lo scarico dell’attrezzatura per il concerto di stasera a Parigi, un ordigno è esploso appena fuori dalla porta del locale. La band, la troupe e i fan in fila sono tutti al sicuro e non ci sono stati feriti. Vista la dimensione intima della nostra performance 'Personal space’, non siamo in grado di garantire sicurezza al pubblico. Siamo profondamente rattristati nell'annunciare che lo show di stasera è stato cancellato. Seguiranno ulteriori informazioni.”

Il post riportato qui sopra, però, è stato cancellato dalle pagine social dei Sum 41 e sostituito da un messaggio che informa sulle modalità di rimborso dei biglietti acquistati per il concerto di stasera.

Deryck Whibley e soci sono attualmente impegnati nella tournée a supporto del loro ultimo album, "Order in decline” uscito lo scorso luglio. Ieri sera i Sum 41 allo Zenith di Parigi hanno proposto dal vivo alcune canzoni tratte dall’ideale seguito di “13 Voices” e brani dei loro precedenti album, oltre a successi del passato come “Underclass hero”, “Pieces”, “Still waiting”, “Fat lip” e “In too deep”. La band canadese, al momento dei bis, ha proposto anche la cover di “We will rock you” dei Queen.

Ecco alcuni video e la scaletta del live del 17 gennaio.

Caricamento video in corso Link
Caricamento video in corso Link
Caricamento video in corso Link
Caricamento video in corso Link

Turning Away
The Hell Song
Motivation
The Bitter End
Over My Head (Better Off Dead)
We're All to Blame
War
Out for Blood
The New Sensation
Walking Disaster
With Me
No Reason
Fake My Own Death
A Death in the Family
Screaming Bloody Murder
Underclass Hero
Pieces
The People Vs…
Makes No Difference
Fat Lip
Still Waiting

Bis:

We Will Rock You (Queen cover)
In Too Deep
Never There

Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!
Scheda artista Tour&Concerti Testi
La fotografia dell'articolo è pubblicata non integralmente. Link all'immagine originale
8 ago
Scopri tutte le date

© 2020 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.